Come sopravvivere al pranzo di Pasqua?


di Gabriele Piuri - Medico Chirurgo
17 Aprile 2014

DOMANDA

Pasqua è alle porte e durante le feste mi capita sempre di esagerare con il cibo per trovarmi poi con una bella indigestione. Avete qualche suggerimento e qualche rimedio pronto all'uso?Grazie.

RISPOSTA

Gentilissima Lettrice,

se è vero che durante le feste come la Pasqua è più difficile resistere alla tentazione di eccedere a tavola, il modo migliore per evitare un'indigestione è imparare a sentire il proprio corpo evitando di esagerare con il cibo.

Masticare è di grande aiuto per autoregolarsi e riuscire e fermarsi quando diventa troppo. Per ricordarsi di farlo è utile appoggiare la posata tra un boccone e l'altro senza riprenderla in mano prima di aver finito di assaporare quello che si ha in bocca e di averlo masticato con cura.

Sentire il proprio organismo vuol dire anche sapersi regolare nei pasti successivi all'abbuffata.

Una cena leggera con un po' di verdura fresca poco condita e una tisana digestiva con del finocchio e poco più rappresenta un fisiologico adattamento dell'organismo che permette il giorno dopo di essere di nuovo assolutamente in forma.

Detto questo molti rimedi naturali vengono in aiuto in caso di indigestione.

In chiave omeopatica ad esempio si utilizzerà un rimedio come Nux vomica 5 CH assumendo 3-4 granuli prima di sedersi a tavola ripetendo l'assunzione altre 2-3 volte dopo aver finito di pranzare. Questo rimedio è particolarmente utili contro l'eccesso di cibo e alcolici.

Alternativamente è possibile utilizzare allo stesso dosaggio un rimedio come Antimonium crudum 5 CH se si è ecceduto con panna e latticini e cibi grassi e oltre al senso di pesantezza compare anche diarrea.

Utile anche un prodotto come Bio Caricol di cui utilizzare una bustina dopo il pasto. È prodotto a partire dalla polpa di papaia e svolge una buonissima azione di supporto alla funzione digestiva. La sua assunzione può essere protratta per 2-3 giorni dopo la mangiata in modo da ristabilirsi completamente.

Chi soffre normalmente di difficoltà digestive può utilizzare un prodotto come Enzitasi che unisce insieme tutta una serie di enzimi digestivi utili prima di un pranzo abbondante. Si utilizzerà una compressa poco prima di sedersi a tavola.

In alternativa è possibile assumere allo stesso dosaggio anche un prodotto come Erbenzym Digest che oltre a un pool di enzimi digestivi contiene anche estratti fitoterapici di supporto alla digestione.

Per supportare il fegato nel super lavoro di metabolizzazione dell'eccesso alimentare è possibile aggiungere a quanto appena descritto anche dell'Inositolo utilizzando ad esempio un prodotto come Inositox di cui utilizzare 1 compressa 2 volte al dì per cicli di 7-10 giorni.

Buona Pasqua a tutti i lettori di Eurosalus.