L'effervescenza del Magnesio: come usare le diverse preparazioni


di Attilio Speciani
12 Marzo 2013

patrickhastings / 123RF Archivio Fotografico

Il magnesio è un minerale utile per un numero elevato di situazioni.

Basta pensare al fatto che un'alimentazione troppo ricca di sale tende a consumarlo per capire quanto possa essere utile in tempi attuali dove vengono consumati moltissimi cibi ad alto contenuto salino come pane, cracker, salumi, carni processate, snack, formaggi, noccioline, patatine, pop-corn ed altro ancora.

Il gonfiore dovuto al trattenimento dei liquidi che spesso insorge dopo aver mangiato una pizza potrebbe essere almeno in parte controllato assumendo magnesio in via preventiva, o usandolo comunque poi per aiutare il drenaggio dei liquidi.

In questo senso l'uso del magnesio riesce a contrastare anche l'eccesso di calcio ed infatti, in preparazioni come Depur, può essere usato per favorire la risoluzione di coliche biliari e renali, o semplicemente per migliorare la depurazione dell'organismo.

L'uso prolungato di dosaggi significativi di magnesio (da 200 mg fino ad arrivare talora anche ad 1 grammo al giorno) ottenibile con 3-4 tavolette di Oligo Mag Plus piuttosto che di Zerotox MG3 o di Magnesio Mg+ diventa indispensabile in presenza di calcoli renali da aiutare a sciogliere.

L'uso integrato di magnesio con dosaggi consistenti è necessario anche in condizioni di stipsi; in questi casi talvolta il magnesio va dosato aumentando gradualmente la quantità da assumere fino a che non determina un effetto di aumento della peristalsi e dello svuotamento intestinale. Lì quel dosaggio può essere mantenuto anche a lungo.

Quando serve un supporto anche alla sfera emotiva (come nella maggior parte delle situazioni) l'impiego di una forma legata alla salificazione con glicerofosfato di magnesio diventa molto utile. In quel caso preparazioni come MetaRelax (1-2 tavolette al giorno) o Zerotox MG3 diventano particolarmente utili.

Importante è ricordare che il magnesio è efficace se riesce ad entrare nelle cellule. Le indicazioni date in questo articolo fanno riferimento a preparazioni a base di sali organici perfettamente assorbibili. Bisglicinati, oxiprolinati, glicinati, o glicerofosfati garantiscono che il magnesio introdotto raggiunga le cellule nel modo più corretto per ottenere il suo effetto.

Considerando le sue molteplici azioni e la sua importante per la formazione dell'osso, per l'equilibrio nervoso e per la trasmissione degli stimoli elettrici, è necessario che il suo uso sia correlato alla sua efficacia, scegliendo sali che facciano quello per cui sono stati preparati.

Il magnesio inoltre ha una forte azione antidepressiva e detensiva e contribuisce anche a regolare l'insulina e la sensibilità insulinica, quindi interviene nella prevenzione e nella terapia di patologie come il diabete e le malattie cardiovascolari.

Le uniche forme salificate in modo diverso che ci troviamo a consigliare sono quelle a base di cloruro di magnesio, utilissimo per prevenire e controllare gli abbassamenti di pressione estivi o quelle naturalmente presenti come integratori utili per lo sport come nell'acqua di cocco.

Scegliendo con attenzione la forma più adatta alla propria situazione il magnesio si integra perfettamente nella vita di tutti i giorni contribuendo a recuperare e mantenere il proprio benessere.