Dieci ottimi motivi per mangiare frutta e verdura


di Michela Carola Speciani
18 Febbraio 2015

La frutta, e così la verdura, sono spesso dimenticate, bistrattate, abbandonate come contorno o a fine pasto, senza la considerazione che davvero meriterebbero.

Ecco che questo articolo vuole essere "l'elogio dell'insalata"; quella ricca, condita, gustosa e della quale, una volta finita, se ne vorrebbe ancora.

Lo stesso vale ovviamente per la frutta, senza alcun tipo d'ingiustizia vegetale.

Questo perché, oltre ad essere buone (primo motivo per mangiarne a volontà), la frutta e la verdura hanno davvero innumerevoli qualità, molte delle quali farebbero invidia (e di fatto, spesso, la fanno) a una farmacia.

Mangiare frutta e verdura riduce il rischio cardiovascolare. Per il cuore e le arterie spesso la vita è difficile: grassi saturi e trans si nascondono dietro ogni angolo, il fumo attivo e passivo scivola subdolamente nei polmoni e nel sangue, l'inquinamento e gli estroprogestinici fanno spesso parte della normale quotidianità.

Gli antiossidanti di frutta e verdura agiscono in senso contrario, modulando l'azione di tali agenti potenzialmente dannosi, come fieri spadaccini che una volta assunti difendono il proprio regno.

Questo ci porta ai successivi motivi per cui scegliere di mangiare frutta e verdura è saggio.

Assumerne in quantità ragionevole (le indicazioni della OMS parlano di cinque porzioni, meglio crude, giornaliere) riduce il rischio di cancro grazie ad un'azione che probabilmente verte sulla riduzione dell'infiammazione generalizzata.

Inoltre, esse mantengono la pelle bella e, ancora più importante, il cervello giovane. Chi consuma frutta e verdura, a parità di altre variabili, ha più probabilità di avere un cervello che, anche in età più avanzate, funziona bene, ragiona come si deve ed è attento e presente a quello che accade.

Un'azione positiva sul funzionamento intellettivo, per la verità, frutta e verdura l'hanno già anche quando si parla di giovani o "più giovani": chi consuma più frutta e verdura riduce nettamente anche il proprio rischio di depressione.

Con i prossimi motivi si cambia lievemente meccanismo e si parla di funzionamento del sistema immunitario.

Mangiare regolarmente frutta e verdura significa essere in grado di controllare meglio gli agenti infettivi con i quali si entra in contatto. Non solo: la modulazione del sistema immunitario coinvolge le allergie che vengono meglio gestite e fenomeni infiammatori cronici sui quali agisce una componente di controllo.

Per chi fosse meno interessato alla prevenzione e al mantenimento della salute e più interessato, ad esempio, alla propria taglia, i buoni motivi per mangiare frutta e verdura continuano, e assumerne come sopra stimola il dimagrimento almeno con un paio di meccanismi.

La riduzione dell'infiammazione generale non solo protegge da cancro, malattie e depressione, ma fa anche funzionare bene l'intero organismo con un consumo più sensato e attivo e minor necessità di accumulare grasso.

Inoltre, una mela, un finocchio, un piatto di insalata riempiono lo stomaco e modulano l'innalzamento della glicemia successiva grazie all'importante contenuto in fibra. In questo modo, non solo infiammazione e ingrassamento, ma anche la fame, saranno meglio controllati.

Insomma, assumere quotidianamente frutta e verdura cruda, variandola quanto più possibile e condendola a piacere, è un tocca sana.

Un suggerimento utile è quello di tenere sempre una bella ciotola colorata dentro cui scegliere al centro della cucina: la stanza sarà molto meglio vivibile (con risparmio sui centrotavola) ed è probabile che, avendola lì, qualcosa di buono in tutti i sensi, in bocca, ci finisca.