Dolori d'autunno: i rimedi per artrite e artrosi


di Gabriele Piuri - Medico Chirurgo
19 Novembre 2015

DOMANDA

Buongiorno. Da pochi giorni è arrivato l'autunno con il freddo e l'umidità e con questi anche l'indolenzimento di ossa e muscoli tipico di questa stagione. Ci sono rimedi naturali efficaci per ridurre il dolore? Grazie.

RISPOSTA

Gentilissimo Lettore,

in questo periodo dell'anno il freddo e l'umidità spesso causano la ricomparsa di dolori ossei e articolari.

Prima di tutto una precisazione. C'è una grossa differenza tra artrite e artrosi: mentre con la parola artrosi si indica il processo degenerativo di ossa e articolazioni, con il termine artrite si indica che queste strutture sono effettivamente infiammate.

Questo spiega perché non è detto che l'artrosi causi necessariamente dolore, che compare solo quando le articolazioni si infiammano e allora si parla di artrite.

In situazioni di questo tipo un approccio naturale spesso si rivela molto efficace per ridurre la sintomatologia e recuperare una maggior libertà di movimento.

Ad esempio in chiave omeopatica è possibile utilizzare due rimedi come Rhus toxicodendron 15 CH e Dulcamara 15 CH.

Il primo rimedio è particolarmente indicato quando i dolori tendono ad accentuarsi dopo periodi di immobilità come ad esempio dopo essere stati seduti in poltrona. Tipicamente i dolori migliorano con il movimento. Il secondo rimedio invece è specifico per i dolori causati o accentuati da un clima freddo umido.

Di entrambi i rimedi si utilizzeranno 3-4 granuli 3-4 volte al dì anche per lunghi periodi di tempo.

Utile anche l'integrazione con un minerale come il Magnesio che, grazie alla sua azione decontratturante, favorisce la mobilità.

Si utilizzerà ad esempio un prodotto come Zerotox MG3 di cui assumere una compressa a prima colazione e una compressa a cena per cicli di circa un mese anche ripetibili nel corso dell'inverno.

In affiancamento all'integrazione di minerali è possibile intervenire con un complesso fitoterapico come quello contenuto in un prodotto come Artrowell.

Estratti secchi di piante come l'Artiglio del Diavolo, la Boswellia e il Tarassaco svolgono una buona azione antinfiammatoria a livello delle articolazioni riducendo il dolore a tutto vantaggio della mobilità.

Si utilizzerà una capsula a prima colazione per cicli di un mese anche ripetibili. 

Come estratto fitoterapico è molto utile anche la curcuma.

In relazione alla sintomatologia è possibile utilizzare da 1 a 3 capsule al giorno di un prodotto come Fitocurcuma che svolge una profonda azione di riduzione dell'infiammazione. Questo prodotto può essere utilizzato anche preventivamente al dosaggio di 1 capsula a prima colazione da ottobre a marzo, aumentando eventualmente il dosaggio in relazione all'eventuale acuirsi dei dolori.

Sembrerà strano infine, ma sul piano dello stile di vita il modo migliore per combattere i dolori articolari dell'autunno è fare in modo che l'attività fisica sia parte integrante della propria quotidianità.

Fare movimento permette di mantenere un tono muscolare adeguato utile per stabilizzare le articolazioni e ridurre il dolore.

Non è necessario correre tutti i giorni la maratona o fare 3 ore di palestra, è sufficiente fare una passeggiata a passo svelto in pausa pranzo, un po' di step davanti al telegiornale la mattina appena svegli o una nuotata in piscina nel weekend.

Allo stesso modo il corretto bilanciamento di carboidrati e proteine a tutti i pasti è il modo migliore per garantire il corretto apporto di proteine indispensabili per mantenere un corretto tono muscolare.