Mirtilli, Ribes nero e Perilla: antiossidanti contro il cancro


di Michela Carola Speciani
31 Maggio 2013

Uno studio cinese ha valutato in diversi tipi di bacca le differenti proprietà e contenuti antiossidanti, arrivando a definire che sono i frutti con la buccia scura (tra i quali mirtillo, ribes nero e perilla) quelli con le proprietà antiossidanti più potenti, derivanti principalmente dal contenuto di antocianina presente.

Notata la qualità antiossidante, ecco subito partiti gli studi che la vedono applicata decisamente in maniera efficace nel trattamento di diverse patologie cancerose, dal tanto discusso cancro al seno, all'adenocarcinoma e al carcinoma epatico o del colon.

Gli studi di questo tipo, capaci in poche settimane di ridurre la taglia della lesione sui topini, e di modulare l'espressione genetica degli stessi (ricordando che i propri geni non sempre determinano il proprio destino, anche quando si tratta di cancro al seno), sono stati condotti utilizzando l'estratto concentrato di mirtillo e del cosiddetto lampone nero.

Altre evidenze mostrano tuttavia un'efficacia importantissima della buccia e sola buccia di mirtillo, nel ridurre le lesioni colo-rettali (infiammatorie, dalle quali può eventualmente svilupparsi il celebre cancro), con o senza associazione di probiotici.

La buccia è la parte del mirtillo e del frutto che contiene le maggiori quantità di antiossidante e di olio essenziale, insieme ai semi. Tale osservazione, unita al fatto che la quantità di antocianina necessaria perché la stessa sia assorbita in maniera importante e sufficiente dal tratto intestinale, è veramente minima, pone le basi per la funzionalissima gestione della bacca e del frutto interi, e non solo dell'estratto.

Ancora una volta, i prodotti utilizzabili tutti i giorni con sana pace del chilometro zero, possono salvaguardare la propria salute, o guarire, in maniera importante. Scegliere di assumere frutti di volta in volta stagionali, nel rispetto delle proprietà degli uni e degli altri, è già uno strumento potente per controllare la propria infiammazione e persino il proprio destino.

Lo sviluppo di attenzioni specifiche nei confronti dell'uno o dell'altro frutto o vitamina o olio, sono complementari mezzi per lavorare in maniera il più possibile vicino, al naturale e rendere utilizzabile la potenza di una medicina da frutto anche ed eventualmente in stagioni differenti, a seconda della necessità.

Nel frattempo, i mirtilli sono lì pronti ad essere utilizzati come potenti strumenti di gusto e di medicina, ricordando l'importanza fondamentale e la forza incredibile di ciò che la natura può offrire ogni giorno.