Diarrea

Diarrea, Dissenteria, Scarica di diarrea

La diarrea è un disturbo molto frequente, soprattutto nell'infanzia e nell'anziano, e in genere non rappresenta quasi mai un vero e proprio problema, se non nei bambini molto piccoli o negli anziani che hanno difficoltà ad alimentarsi e a bere, nei quali c'è quindi il pericolo che l'eccessiva perdita di liquidi e sali con le feci porti alla disidratazione.

Negli ultimi anni sta crescendo in modo esponenziale la presenza di diarrea da malassorbimento, tipica delle intolleranze alimentari o della celiachia.

Le soluzioni terapeutiche possono essere di urgenza (con China, Arsenicum, Histaminum, e con l'uso del Colostro, con l'acqua di riso descritta più sotto o con Cellfood) oppure di sostegno, sia per compensare le perdite successive ad una diarrea, sia per attivare una azione disintossicante successiva (con Inositolo, Cellfood, Depur) e indubbiamente con la ricerca di una eventuale intolleranza alimentare presente (vedi istruzioni per l'uso a fondo pagina).

La diarrea è normalmente una risposta di difesa dell'organismo che tende ad eliminare elementi tossici o germi che possono aver determinato uno stato infiammatorio della mucosa intestinale.

I sintomi principali sono rappresentati da scariche frequenti, acquose e a volte mucose, che possono contenere residui di cibo ingerito e presentare anche tracce di sangue. Può essere presente febbre e le scariche possono essere accompagnate da dolori addominali, da flatulenza e da arrossamenti e bruciori dell'ano.

Per le terapie si possono consultare anche le voci Intossicazione alimentare e Indigestione. Ricordando che, quando la diarrea è solo occasionale, di breve durata e senza segni di coinvolgimento generale dell'organismo, è bene non prendere assolutamente nulla, e lasciare che la natura segua il suo corso.

Alimentazione

Note di dietologia

Una volta che la persona si senta in grado di alimentarsi, si possono assumere cibi astringenti come patate, carote, mele, nespole, riso. Questo ovviamente dopo un periodo più o meno breve di dieta puramente idrica, cioè a base di tisane, oppure di acqua di riso.

Le patate in particolare vanno utilizzate in quanto ricche di Potassio, che è il sale che viene maggiormente perso durante una diarrea, e va assolutamente reintegrato in modo cospicuo. Un fenomeno diarroico può essere il segnale di una Intolleranza alimentare che deve essere a quel punto identificata e trattata.

Omeopatia

Questi rimedi sono da assumere alla 5 CH o 7 CH, nella misura di 3 granuli per volta, anche a più riprese ravvicinate in caso acuto, riducendo poi gradualmente la frequenza di assunzione, parallelamente al beneficio ottenuto. All'inizio ci possono essere anche 8-10 assunzioni, che caleranno gradualmente a 2-3 al giorno.

Antimonium crudum: evacuazione di feci liquide frammiste a pezzi solidi, in dipendenza in genere da eccessi alimentari.

Argentum nitricum: diarrea che è bruciante e che può arrivare ad essere verdastra e a volte con tracce di sangue; generalmente è dovuta ad eccesso di dolci; spesso ancora può essere una delle classiche diarree da "tremarella".

Arsenicum album: diarrea da tossinfezione alimentare; comunque bruciante, anche associata a febbre con prostrazione generale; le feci non sono abbondanti, e le scariche però debilitano molto; è presente sete di acqua fresca a piccoli sorsi, nonostante si cerchi localmente il caldo, e si abbia freddo.

Veratrum album: diarrea profusa ed abbondante, associata a crampi addominali e a sudorazione intensa, soprattutto in fronte; senso di bruciore interno con pelle che invece è molto fredda.

Mercurius solubilis: feci verdastre e sanguinolente; peggioramento notturno, associato a un fastidioso senso di contrattura anale; l'alito è molto cattivo, c'è abbondante salivazione, e spesso è presente febbre.

Podophyllum peltatum 9 CH (unica eccezione riguardo alla diluizione): diarrea giallastra, con scariche soprattutto mattutine, quasi a getto, seguite poi da profonda stanchezza e da dolori intestinali che migliorano col calore e stando a pancia in giù.

China: diarrea acquosa ma non associata a dolori intestinali, mentre è molto intensa la stanchezza che ne deriva.

Croton tiglium: diarrea con le caratteristiche di Podophyllum, ma stimolata dalla ingestione di qualunque cibo.

Chelidonium: diarrea giallastra, non completamente liquida; le feci sono leggere, e galleggiano sull'acqua della tazza dopo l'evacuazione.

R4 Reckeweg: è un buon composto omeopatico, che può essere utilizzato quando i sintomi non siano così definiti, al dosaggio di 6-7 gocce per più volte in giornata. È un composto efficace; identificando però un singolo rimedio, e usandolo, la guarigione interviene in tempi molto più rapidi.

Fitoterapia

Poiché è necessario ingerire liquidi durante una diarrea, si consiglia l'utilizzo di 2 infusi in particolare: Tè, da bere caldo con succo di limone, e Borsa del pastore, di cui fare un infuso di 10 minuti nella quantità di 30-40 grammi per litro di acqua; se ne bevono poi da 2 a 6 tazze al giorno.

Altro

Link suggeriti

Chi desiderasse approfondire quanto appena detto può consultare le pagine italiane del manuale Merk dedicate alla fisiopatologia della diarrea (Malattie gastro-intestinali: diarrea).

Interessanti anche le pagine inglesi ritrovabili nella lista delle malattie del Karolinska Institutet di Stoccolma inerenti alla dissenteria (Diarrhea). Proponiamo sempre dalla lista del Karolinska Istitutet anche un flowchart in lingua inglese per la diagnosi differenziale delle possibili cause di diarrea corredato di consigli sui possibili trattamenti "fai da te" (Diarrhea: symptoms, diagnosis and self-care).

La medicina popolare

L'acqua di riso ha una azione terapeutica superiore a qualsiasi altra soluzione chimica. Si prepara così: si fanno bollire 30-40 grammi di riso in un litro d'acqua per circa mezz'ora, poi si toglie il riso e si fa bere l'acqua rimasta, in più riprese durante il giorno.

I problemi legati alla presenza di catarro intestinale vanno affrontati con gli stessi rimedi, dopo aver comunque consultato il medico. Se si tratta invece di una diarrea nerastra, con sangue vecchio (melena), si consulti prima di tutto il medico, e nella sua attesa si leggano le voci Gastrite, ulcera, mal di stomaco ed Emorragie.

Allergologo e Immunologo Clinico

Celiachia  Intolleranze  Diarrea  Infiammazione 

SINTOMI & MALATTIE: dalla A alla Z

  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • G
  • H
  • I
  • L
  • M
  • N
  • O
  • P
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V
    da 171 malattie presenti

    VEDI ANCHE...

    Malattie & Cura

    Malassorbimento: i disagi e la cura che non ti aspetti

    Il malassorbimento è la causa di molti più disagi di quelli che si possono immaginare e risolverlo significa stare meglio...

    Malattie & Cura

    Sindrome metabolica, diabete e intestino irritabile: si curano con la dieta senza glutine?

    Due recenti articoli propongono la dieta priva di glutine come possibile soluzione per problemi che vanno dal diabete all'intestino irritabile,...

    Malattie & Cura

    Intestino irritabile: guarire si può e la conferma è scientifica

    L'intestino irritabile da anni è considerato "intrattabile". Nuovi studi ora confermano la possibilità di un trattamento basato sulla riduzione dell'infiammazione...

    Salute & Ambiente

    Estate: consigli per un primo soccorso

    Quali rimedi naturali non dovrebbero mai mancare nella busta dei medicinali quando si parte per le vacanze? Ecco un ventaglio...

    Alimentazione & Sport

    Sindrome dell'intestino irritabile o disagio infiammatorio cronico? Bisogna muoversi

    La sindrome dell'intestino irritabile, così come altri disagi di tipo infiammatorio di lunga durata, migliora e si risolve quando vengano...

    Malattie & Cura

    Il cibo che cura: dal Crohn alla Colite ulcerativa

    Conoscere quali cibi determinano l'infiammazione dell'intestino grazie allo studio delle IgG verso gli alimenti può contribuire alla guarigione di queste...

    Malattie & Cura

    Diarrea estiva: come intervenire aiutati dalla natura?

    Un piccolo prontuario di primo intervento da tenere sempre a portata di mano se, in viaggio o anche a casa,...

    Intolleranze & Allergie

    Latte

    Una reattivià individuale verso il latte deve essere letta come una reazione alle proteine del latte e ai grassi bovini....

    Malattie & Cura

    Intestino: non solo diarrea e stitichezza

    Cerchiamo di capire che cosa succede nella nostra pancia e perché il sistema immunitario intestinale può essere così importante per...

    Intolleranze & Allergie

    Bianco ma non innocente! Stitichezza e intestino immobile tra gli effetti collaterali del latte

    Chi pensa che la reazione al latte porti solo alla diarrea si sbaglia di grosso. Con la crescita delle intolleranze...

    Malattie & Cura

    Mal di pancia di stagione: il fai-da-te contro l'enterite “non influenzale” che fa vomitare

    Non si tratta di influenza, dicono gli esperti. “Mi sono presa l'influenza intestinale” dicono tutti. Sia come sia, di negozio...

    Intolleranze & Allergie

    Danni intestinali da latte vaccino: quando un alimento buono può diventare cattivo

    Chi ha sempre pensato che l'intolleranza al latte provocasse diarrea, sappia che nello stesso modo può essere causa di stitichezza...

    I NOSTRI ESPERTI
    L'ESPERTO RISPONDE