Dolori mestruali? Fai più esercizio!


di Mattia Cappelletti
26 Settembre 2019

thodonal / 123RF Archivio Fotografico

La dismenorrea (termine con cui si definiscono i dolori mestruali) è un problema estremamente comune, tanto che la quasi totalità delle donne ne ha avuto esperienza nel corso della vita.

A fronte però di un disturbo così diffuso, le strategie terapeutiche non sono molto varie e la loro efficacia non sempre è ottimale. 

Sul fronte farmacologico l'impiego di FANS dal giorno prima dell'inizio delle mestruazioni e continuati per i primi 1-2 giorni di ciclo è di sicuro il rimedio di prima linea più usato; tuttavia, dato il ripetersi di questi episodi, questa abitudine può esporre al rischio di effetti collaterali.

Svolgere esercizio per 45-60 minuti almeno 3 volte a settimana si è dimostrato in grado di ridurre di circa 25 punti la percezione di dolore su una scala che va da 0 a 100.

Nei casi in cui i FANS non siano efficaci o siano controindicati, l'utilizzo di un contraccettivo estroprogestinico a basse dosi è spesso di aiuto. Venendo ai supplementi, i più comunemente usati sono omega-3, magnesio, inositolo e zinco, ma spesso la mancanza di costanza nell'assunzione, il costo, ed i dosaggi “fai da te” ne limitano l'efficacia.

Di fatto, ciò che tutti questi rimedi hanno in comune è una relazione con l'aspetto infiammatorio: dai FANS agli omega-3, l'azione di riduzione dell'infiammazione sistemica è un punto cardine della terapia.

Proprio per questo andare ad agire sulla propria infiammazione di base, anche attraverso la nutrizione, è spesso un valido aiuto nel controllo della dismenorrea.

Per ridurre l'infiammazione sono utili anche modifiche allo “stile di vita”: mantenersi più attivi e favorire lo sviluppo di massa magra sono due punti chiave in quest'ottica.

A supporto proprio di questo ultimo punto vi è una recente review sistematica pubblicata sul database Cochrane in cui si è visto, analizzando 10 studi disponibili in letteratura, come svolgere esercizio per 45-60 minuti per almeno 3 volte a settimana è in grado di ridurre i dolori mestruali di circa 25 punti su una scala che va da 0 a 100.

Inserendo quindi l'esercizio in un percorso di riduzione dell'infiammazione di ampio respiro, comprendente non solo le modifiche allo stile di vita, ma anche nutrizionali ed eventualmente di supplementazione, si può davvero fare la differenza, a lungo termine.

Bibliografia essenziale

  • Armour M et al., Exercise for dysmenorrhoea. Cochrane Database Syst Rev. 2019 Sep 20;9:CD004142. doi: 10.1002/14651858.CD004142.pub4 [Epub ahead of print].