Come curare la tosse aiutati dalla natura?


di Gabriele Piuri - Medico Chirurgo
12 Novembre 2014

DOMANDA

Desidero chiedere consiglio per debellare un'infezione alle vie respiratorie che mi sto portando dietro da quasi un mese ormai. È cominciata prendendo freddo dopo una sudata, e dopo mal di gola, catarro, placche e congiuntivite, curati dapprima con omeopatici, propoli e oli essenziali, sono infine dovuto ricorrere all'antibiotico. Ora mi è rimasto uno strascico di catarro bronchiale e muco nasale e temo derivi da qualche stato infiammatorio... Non ero abituato a stare male da anni ormai e questo stato di salute mi sta prendendo di sorpresa.

RISPOSTA

Gentilissimo Lettore,

sarà per le condizioni meteo anomale di questo inizio d'autunno, sarà colpa dei primi virus parainfluenzali, ma quest'anno molti nostri pazienti si lamentano di una brutta infezione delle vie aeree che proprio non ne vuole sapere di passare, con tosse e difficoltà di respiro.

Come primo intervento è utile assumere due rimedi omeopatici come Cuprum metallicum 15 CH e Antimonium tartaricum 30 CH di cui utilizzare 3-4 granuli di entrambi, 3-4 volte al dì, riducendo la frequenza di assunzione in base al miglioramento ottenuto.

Il primo rimedio è indicato per la tosse secca e pertussoide, che migliora bevendo un sorso d'acqua fredda, mentre il secondo rimedio serve quando la tosse è secca, con sensazione di non riuscire a espettorare il catarro che si forma nei bronchi.

In affiancamento alla terapia omeopatica può essere di grande aiuto assumere un prodotto come Zerotox Betamune (Zerotox) al dosaggio di una compressa a prima colazione e una compresa a cena fino alla risoluzione della sintomatologia.

Questo prodotto è particolarmente indicato contro tosse, bronchiti e tracheiti grazie alla sua formulazione bilanciata con broccoli, betaglucani, zinco e manganese.

In particolare le crucifere promuovo le naturali capacità dell'organismo di resistere all'inquinamento e quindi questo prodotto è particolarmente indicato per le persone che vivono in zone particolamente inquinate.

Risolta la fase acuta, è bene mettere in atto una buona prevenzione dei malanni di stagione assumendo tutte le mattine 1 capsula di un prodotto come Oximix 1+ Immuno (Driatec) per integrare i minerali indispensabili a potenziare le naturali difese dell'organismo.

Sempre parlando di prevenzione è senz'altro utile effettuare un test Recaller o BioMarkers per capire qual è il proprio livello di infiammazione. La riduzione dell'infiammazione da cibo e il recupero della tolleranza immunologica sono infatti fondamentali per mettere l'organismo nelle condizioni migliori per funzionare e per resistere al freddo e ai virus invernali.

Con i risultati alla mano si imposterà una dieta di rotazione settimanale con giorni di dieta in cui evitare gli alimenti a cui si è più sensibili e giorni di libertà in cui reintrodurli seguendo uno schema dietetico molto simile allo svezzamento infantile.