Grande caffè: tiene svegli per davvero e riduce gli incidenti stradali


di Attilio Speciani
20 Maggio 2013

Dopo anni di colpevolizzazione, il caffè sta finalmente rifacendosi una ottima reputazione in molti settori della medicina.

Già da qualche anno sono stati dimostrati effetti positivi addirittura nel prevenire alcune malattie cardiache, in particolare gli infarti, e più di recente sono stati dimostrati effetti positivi nella prevenzione di malattie neurologiche come il Parkinson.

Ben documentata inoltre la sua azione di prevenzione del tumore intestinale e del tumore del fegato. Per chi come me è cresciuto con nonne e zie che caratterizzavano il caffè come uno dei peggiori veleni esistenti si tratta sempre di un colpo alle "false credenze" dell'infanzia. 

Su un aspetto però le percezioni di un tempo si sono rivelate corrette. Da lungo tempo infatti, il caffè durante la guida ha aiutato i guidatori notturni a restare svegli. Ora gli effetti di questa azione positiva sono stati misurati su guidatori notturni di veicoli commerciali, e i risultati sono stati pubblicati da pochi giorni sul British Medical Journal.

I ricercatori australiani hanno analizzato i comportamenti legati alla ricerca di caffeina durante il viaggio notturno in due campioni di oltre 500 persone che erano stati coinvolti (o meno) in un incidente, e dopo avere eliminato le possibili variabili che generavano confusione, hanno dimostrato che nei guidatori che consumavano caffè (o altre sostanze contenenti caffeina) con lo scopo di non addormentarsi c'era una riduzione del 63% della possibilità di avere incidenti, rispetto ai controlli che non consumavano caffeina per questo scopo (Sharwood LN et al, BMJ. 2013 Mar 18;346:f1140. doi: 10.1136/bmj.f1140). 

A chi attribuire la responsabilità? Al caffè, alla caffeina, al cacao (anche lui ne contiene) o alla sosta al bar a bere qualcosa interrompendo la guida? Secondo questi ricercatori sicuramente il caffé, anche se tutte le altre indicazioni tese a ridurre lincidenti, come le soste più frequenti e qualche riposino mantengono tutta la loro validità preventiva.

I vecchi bevitori di caffé saranno contenti: un piacere che diventa sostanza utile al benessere è sempre un evento positivo, per arrivare lontani...