Tre semplici trucchi per un'estate in forma


di Mattia Cappelletti
07 Luglio 2017

viewapart / 123RF Archivio Fotografico

L'estate è ormai giunta, e con lei anche le vacanze e la tanto temuta “prova costume”.

Abbiamo già visto come sia la programmazione con anticipo a garantire i migliori risultati, e come ogni momento sia buono per iniziare a fare attività, senza però sperare in risultati miracolosi nell'arco di una notte.

Ora però che le vacanze sono dietro l'angolo, vediamo insieme come modificare (o impostare, per i ritardatari...) una scheda di allenamento adatta al periodo estivo.

Per mantenere la propria massa magra occorre che l'allenamento si mantenga intenso, anche se più breve.

1. Allenamenti intensi, per risultati visibili

Esistono molte “leggende metropolitane” secondo le quali per “definire” i muscoli gli esercizi devono essere a bassa intensità e ripetuti per un maggior numero di volte. Peccato che i muscoli non distinguano le differenti intenzioni, e sappiano rispondere solo alla domanda “sono in grado di gestire questo carico di lavoro?”. Se la risposta è affermativa, allora lo stimolo di crescita viene meno, e quindi anche la produzione e conservazione di massa magra.

Per mantenere la propria massa magra occorre mantenere un allenamento intenso, adattato alle differenti richieste energetiche date dalle diverse condizioni climatiche.

Il cambiamento di temperatura può portare ad allenarsi in momenti della giornata o luoghi diversi dal solito, sfruttate questa variazione per sperimentare nuovi esercizi o provare nuove attività, oppure per un ripasso dei "fondamentali" (squat, deadlift, panca piana e military press).

2. Sessioni più corte

Allenarsi in un clima caldo richiede un maggior dispendio di energie e questo va ad incidere in maniera determinante sulla performance, specialmente a fine sessione.

Per evitare di trovarsi senza energie, o di rischiare infortuni, è bene accorciare le proprie sessioni di allenamento. Una sessione più “concentrata” consente di mantenere le energie ed il “focus” mentale, massimizzando quindi la resa complessiva.

3. Non dimenticarsi l'idratazione

Con il crescere della temperatura, anche la sudorazione tende ad aumentare considerevolmente. Questo punto è di fondamentale importanza, in quanto mantenere una corretta idratazione è necessario per mantenere performance elevate e per evitare problematiche di salute conseguenti alla disidratazione.

Non basta solo ricordarsi di bere acqua, ma in caso di attività intensa serve anche reintegrare una giusta quota di sali minerali. Avere a portata di mano un integratore salino può essere la mossa vincente nella stagione estiva.

Questi trucchi, abbinati a un'alimentazione che non dimentichi frutta e verdura, carboidrati integrali e la giusta quota proteica, possono aiutare a mantenere la tanto sudata forma fisica durante la stagione estiva.

Oppure ad iniziare a trasformare il proprio corpo, con l'obiettivo di un cambiamento graduale e duraturo.