Vitamina C


di Attilio Speciani
09 Gennaio 2008

Della Vitamina C vale la pena di segnalare che a dispetto delle polemiche che cercano di sminuirne il ruolo, noi di Eurosalus la consideriamo uno dei rimedi più importanti che la natura ci ha lasciato a disposizione. Per il suo ruolo antinfettivo, protettivo vascolare, anticancro e per un mucchio di altri effetti che progressivamente si evidenziano.

Prodotto consigliato

I preparati disponibili sono numerosi, ma quello che noi preferiamo è di fatto Ester-C Plus 500 (Solgar). Una ulteriore ottima formulazione di Vitamina C di Solgar è Vita C Crystals, preparazione in polvere, che contiene acido ascorbico puro, da assumere a cucchiaini.

Quando si deve associare l'impiego del Selenio e della Vitamina C suggeriamo il preparato Selenio Vitamina C (Driatec) a base di oxiprolinati, in forma liquida.

Dosaggio

Dosaggio standard: per un uso prolungato, nell'adulto il dosaggio suggerito relativo alla preparazione Ester-C Plus 500, che ha un rilascio graduale del contenuto, è di 500 o 1000 mg al giorno, da deglutire di solito a stomaco pieno in un momento qualsiasi della giornata come uno dei pasti. Quando si utilizza il preparato in polvere, si deve ricordare che l'assorbimento della Vitamina C è molto rapido, e genera quindi una rapida carenza nel circolo sanguigno. In genere quindi si preferisce reintrodurre una dose di Vitamina C per via orale ogni 4-6 ore. Nei bambini invece, il dosaggio è in genere dimezzato (500 mg al giorno), anche se in molti casi l'uso di livelli più elevati non comporta comunque danno.

In casi particolari, come nella prevenzione delle malattie virali o delle malattie infettive invernali, si può affiancare il prodotto alla assunzione di 1 dose di Manganese-Rame-Zinco o di Oximix 1+, poichè queste sono tra le sostanze più necessarie al nostro organismo durante i mesi autunnali e invernali.

Fasi acute: in particolari situazioni come la rimozione degli amalgami dei denti, o nel trattamento delle intossicazioni da metalli pesanti, o nella terapia delle forme tumorali, il dosaggio può essere molto più elevato (da 2 g al giorno a dosi, indicate dal medico, di numerosi grammi al giorno) e può essere prolungato anche nel tempo, ma al di là di un periodo di 15-20 giorni in cui la autoterapia può anche essere correttamente gestita, per periodi prolungati è utile il confronto con il medico di riferimento.