Trigliceridi troppo alti: come abbassarli?


di Gabriele Piuri - Medico Chirurgo
12 Marzo 2012

DOMANDA

Salve,gli ultimi esami del sangue hanno riscontrato un livello dei trigliceridi un po' alto (230 mg/dl). Il mio medico mi ha detto di ridurre cibi grassi e bevande alcoliche, ma io mi chiedo se possa bastare o se sia utile anche qualche prodotto omeopatico o naturale. Grazie.

RISPOSTA

Gentilissimo Lettore, partiamo prima di tutto dalle indicazioni di carattere nutrizionale. Se è vero che la riduzione dell’assunzione di grassi saturi, come il burro e i grassi vegetali idrogenati, è indispensabile nel ridurre i livelli di trigliceridi nel sangue, allo stesso modo è importante ricordare che alcuni grassi come gli oli vegetali e l’olio pesce e in generale i grassi polinsaturi possono rivelarsi davvero d’aiuto nella modulazione dei livelli di grassi nel sangue.

Siamo invece perfettamente d’accordo con il collega nel ridurre assolutamente l’assunzione di bevande alcoliche, sopratutto di super alcolici, mentre il modestissimo consumo di vino rosso al dosaggio di mezzo bicchiere in qualche pasto durante la settimana può avere effetti positivi sulla lipemia. Oltre all’assunzione di grassi è importante puntare l’attenzione sull’utilizzo di carboidrati semplici, come lo zucchero e i dolciumi, e delle farine raffinate.

Il fegato è il principale produttore di trigliceridi nell’organismo ed è stimolato a sintetizzarne di più se i livelli di zuccheri nel sangue sono troppo alti. In questo modo il fegato converte l’energia in eccesso in grassi di riserva con un relativo aumento dei livelli di trigliceridi nel sangue. Proprio per questo è fondamentale in assoluto l’utilizzo di cereali integrali, e quindi via libera a pasta integrale, riso integrale, pane integrale, biscotti integrali ecc. Allo stesso modo è importante abbinare a tutti i pasti (prima colazione compresa) carboidrati e proteine.

Quando si mangiando solo carboidrati semplici i livelli di zuccheri nel sangue aumentano velocemente con il conseguente intervento dell’insulina. Questo ormone stimola il fegato a produrre in quantità maggior trigliceridi. Anche l’attività fisica è di grande importanza. Muoversi tutti i giorni è probabilmente la modalità più importante per mantenere i giusti livelli di grassi nel sangue a partire dai trigliceridi ma sopratutto per mantenere i giusti livelli di colesterolo e il corretto rapporto tra colesterolo totale e colesterolo HDL. Basta anche solo una camminata a passo svelto di 30-40 minuti tutti i giorni per avere già ottimi risultati.

Sul piano naturale è possibile utilizzare una miscela di minerali com quella contenuta nell’Oximix 6+ di cui assumere 2,5 ml a prima colazione in abbondante acqua o succo. Allo stesso modo è utile aggiungere l’assunzione di un integratore di cromo, già contenuto nell’Oximix 6+, anche la sera utilizzando ad esempio un prodotto come Picocromo Super Concentrato. In situazioni come quella descritta il cambio di stili di vita permette di ottenere risultati migliori di qualunque intervento farmacologico sia esso naturale o chimico.