Sane, ma paffute!! Il lavoro di casa allunga la vita, ma non restringe i fianchi


di Redazione Eurosalus
10 Giugno 2002

Finalmente una notizia bella per le casalinghe: bastano i lavori domestici quotidiani per rendere la vita più sana e più lunga; ma questo non aiuta a perdere peso.

Oggi è riconosciuto quasi da tutti che un adeguato livello di attività fisica garantisce una migliore sopravvivenza e una prevenzione attiva da malattie cardiovascolari e tumorali.

Una ricerca inglese effettuata su oltre 2.000 donne, ha evidenziato che più dei 2/3 svolge una sufficiente attività fisica, ma escludendo i lavori domestici dal conteggio, la donne fisicamente attive sono solo il 21%. Queste ultime perdono il peso in eccesso, le altre rimangono sane ma “paffutelle”.

Nel recente articolo inglese (J Epidemiol Community Health 2002 Jun; 56 (6): 473-8) alcuni ricercatori dell'Università di Bristol hanno accertato che l’attività fisica ottenuta con i lavori domestici ha tutti i benefici dell’attività fisica in generale, ma non riesce a modificare la percentuale di grasso dell’organismo.

Questo effetto si ottiene con l’esercizio continuativo (meglio se aerobico), fino ad ottenere un tempo settimanale di 2,5 ore di attività.

Come spesso avviene la salute e la forma fisica possono essere frutto di scelte consapevoli. L'obiettivo di 30 minuti quotidiani di attività fisica morbida può e deve essere raggiunto da chiunque, e favorito dai medici come una delle forme più economiche e semplici di prevenzione.