Fibra a colazione per essere sazi e soddisfatti


di Michela Carola Speciani
12 Novembre 2014

Come ripetiamo spesso in molti articoli di Eurosalus, la colazione è il momento più importante in assoluto per modulare le proprie risposte metaboliche durante il resto della giornata.

Nei mesi scorsi, l'università di Atene ha studiato le reazioni di un gruppo di ragazzi su due diversi tipi di colazione: una ricca di zuccheri a rapido assorbimento, l'altra ricca di fibra.

La fibra viene assorbita e trasformata in energia meno facilmente rispetto agli zuccheri, che invece raggiungono in tempo breve il circolo ematico (ecco perché si chiamano "a rapido assorbimento"). Da una parte, quindi, essa agisce abbassando complessivamente l'impatto glicemico del pasto, e, poiché necessita di più energia e tempo per essere masticata e di più spazio all'interno dell'apparato digerente, agisce anche in senso positivo sul senso di sazietà.

In poche parole, con un pasto ricco di fibra ci si sente meglio, soddisfatti del proprio pasto, e sazi più a lungo.

Quando poi quest'azione è sfruttata a prima colazione, la positività di tali effetti si percepisce durante tutta la giornata.

Lo spazio in più che occupa la fibra di una prima colazione di questo tipo viene percepito dall'organismo come un segnale di ricchezza, trasformato immediatamente in reazioni ormonali che regolano con equilibrio il funzionamento quotidiano del nostro organismo.

Se già una ricca prima colazione ha un fortissimo e potente effetto regolatorio generale, una prima colazione con un corretto quantitativo di fibra (cereali integrali, leguminose, frutta e/o verdura fresca), meglio ancora se accompagnato da qualche proteina e qualche grasso polinsaturo (noci, nocciole, semi oleosi, uova all'occhio di bue con olio extra vergine aggiunto a crudo) ha un'azione sorprendentemente positiva.

Una prima colazione completa stimola il mantenimento del tono umorale, aiuta a focalizzare l'attenzione e a tenere alti i livelli energetici della giornata. Non è casuale, per esempio, che i bambini che fanno colazione affrontino tendenzialmente meglio gli impegni scolastici rispetto ai propri compagni.

Basta poco per farsi bene, e qualche minuto in più per afferrare una mela (e delle noci) da mangiare in macchina o in treno mentre si va a scuola o al lavoro costa davvero poco per un risultato davvero significativo, importante e utile da ogni punto di vista.