Niente stress, siamo dormiglioni


di Redazione Eurosalus
19 Aprile 2007

“Non lasciate che lo stress vi impedisca di fare un buon sonno”. Questo è il primo comandamento della American Academy of Sleep Medicine (AASM), l'organizzazione che studia i problemi del sonno degli americani.

«Non c'è dubbio» spiegano gli studiosi «che oggi la nostra vita sia molto più stressante di ieri. Lo stress e il sonno sono due antagonisti. Quando i pensieri continuano a fluire nella nostra mente, anche da sdraiati, conviene alzarsi, fare altro e, dopo almeno 20 minuti, ritornare a letto con la mente sgombra». Da qui sono nate  le 7 regole auree da applicare se si vuole tornare a dormire bene. Eccole:

1) Liberatevi delle cose che vi ossessionano

Se avete questioni in sospeso, documenti da preparare, incombenze da risolvere, cercate di sbrigarle nel corso della giornata: il pensiero di una bolletta da togliere dal cassetto al mattino potrebbe perseguitarvi per tutta la notte.

2) Trovate dei rituali che vi aiutino a rilassarvi ogni notte

La ripetizione di alcuni gesti, come un bagno, una tisana o semplicemente un libro da leggere, possono introdurvi al sonno in modo progressivo.

3) Dormite a orari regolari

La maggior parte degli adulti ha bisogno di dormire 7 ore ogni notte per sentirsi bene al mattino.

4) Evitate lo sport nelle sei ore che precedono il sonno

Lo sport dà risultati migliori se praticato di giorno

5) Non bevete caffeina dopo cena

6) Non bevete alcol nelle ore che precedono il sonno

7) Non fumate prima di dormire

Certo, senza stress si dorme meglio, ma se per farlo si devono subire così tante restrizioni, forse qualcuno potrebbe anche optare per una vita insonne, ma... felice. L'importante è che sia una libera scelta. O no?