Le uova per restare in forma


di Attilio Speciani
05 Aprile 2016

Aprile è appena cominciato, Pasqua è passata da poco e so perfettamente che con queste premesse molti di voi parlando di uova penseranno senza dubbio al cioccolato.

Una buona e sana base alimentare consente comunque dei sereni momenti di sgarro nella propria alimentazione, soprattutto se prima di concedersi un'eccezione si è riusciti a costruirsi un solido background metabolico.

In questo periodo un pezzetto di cioccolato fondente può essere una piacevole "uscita dai binari", mentre l'uso delle uova può rappresentare una sana abitudine alimentare.

Le uova, quelle vere fatte dalle galline, sono un'ottima fonte di proteine dall'alto valore biologico, senza dimenticare che oltre tutto le uova sono senza dubbio economiche.

Con il tempo le uova sono state demonizzante in relazione al colesterolo mentre negli ultimi anni la scienza ha affermato con sempre maggior precisione che l'innalzamento dei valori di colesterolo nel sangue dipende in massima parte da quello prodotto autonomamente dal fegato e non da quello introdotto con l'alimentazione.

Troveremo senza dubbio un colesterolo più elevato in persone sedentarie che non fanno altro che mangiare zuccheri semplici e cereali raffinati piuttosto che in una persona che fa movimento tutti i giorni, che non si fa mai mancare una colazione abbondate e bilancia bene carboidrati e proteine, anche se dovesse mangiare un uovo al giorno.

Vi suggerisco, a tal proposito, per cominciare bene la giornata, un articolo scritto dalla dott.ssa Camerotto sulla prima colazione e sull'utilizzo delle uova al mattino.