La rivoluzione delle feste: per perdere peso durante il periodo natalizio


di Attilio Speciani
25 Dicembre 2006

Per quanto, ogni anno, i buoni propositi non manchino, pare ormai assodato che alla fine delle vacanze di Natale si rischi di pesare in media 2 chili in più.

Questo, almeno, è quanto emerge da uno studio della British Nutrition Foundation sulle abitudini alimentari degli inglesi.

Secondo gli esperti, infatti, tra dolci, brindisi e pietanze più elaborate del solito, si finisce con accumulare circa 500 calorie in più al giorno.

Che fare dunque? Il nostro sito è zeppo di ottimi consigli, ma anche le "dritte d'oltremanica" non sono da buttar via.

In presenza del temutissimo buffet delle feste, per esempio, gli esperti della BNF hanno appurato che più è ampia la scelta di cibo, più calorie si assumono. L'unica via d'uscita, secondo loro, sarebbe quella di puntare tutto su due o tre pietanze, senza lasciarsi attrarre (né distrarre) da ciò che non gradiamo particolarmente.

Consapevole di quanto sia importante godersi comunque le feste, la nutrizionista Bridget Aisbitt suggerisce: "Fate una scelta coscienziosa di quanto intendete concedervi a tavola. Per esempio: se non volete darvi limiti il giorno di Natale, dateveli per il giorno dopo. E soprattutto: non comprate più di quanto pensate di mangiare".

A questa raccomandazione si aggiunge quella di Joanna Hall, istruttrice di attività fisica: « Il periodo di Natale è perfetto per fare esercizio. Se si considera che in media gli inglesi fanno dai 4.000 ai 6.000 passi al giorno, è bene sapere che proprio in questi giorni si possono raggiungere anche i 7.500. Come? Basta andare  al supermercato, nei negozi per gli ultimi regali o ai pranzi di famiglia sempre a piedi, camminando di buon passo, anziché in auto ».

A guadagnarci saranno il fisico, l'aria della vostra città e persino il portafoglio (un sacco della spesa in più, quando si è a piedi, si sente).

E così, da principale indiziato dei chili di troppo, questo Natale, e le feste che lo seguono, potrebbero trasformarsi in una piccola rivoluzione a vantaggio della nostra salute e del nostro benessere.

Auguri!