Corriamo incontro al nuovo anno


di Attilio Speciani
29 Dicembre 2015

Si avvicina il giorno dei buoni porpositi. Noi prendiamo l'abitudine in contro corrente. Perché il nostro futuro è adesso e l'unica cosa di cui davvero ci possiamo occupare è il presente.

Eccoci dunque a prendere quotidianamente chi siamo e farne chi vogliamo essere.

Lo sport, l'attività fisica, il movimento sono elementi che spesso funzionano da chiave di volta nella vita delle persone.

Fare attività fisica, in maniera delicata e rispettosa di se stessi, fa bene all'umore, agli ormoni e all'energia. Ecco allora che "correre" verso il 2016 diventa un buon modo per attivare un anno sereno, sano e positivo.

Correre non è nemmeno necessario in prima battuta: camminare, a passo veloce e quanto più regolare, rappresenta un inizio perfetto, da ripetere quotidianamente anche solo per un quarto d'ora (mezz'ora è meglio).

I benefici in termini di fiducia, serenità e buon umore saranno ottimi e immediati. Il risultato, dunque, vale molto di più di quel minimo di fatica iniziale.

Ecco un bel modo per sfruttare la (per ora) mancanza di neve. 

Buoni ultimi, positivi e produttivi giorni di 2015 a tutti.