Allenarsi per attivare il metabolismo


di Attilio Speciani
01 Maggio 2014

Con l'arrivo di maggio oggi voglio affrontare il tema del movimento e di come modi diversi di allenarsi sono utili in modo diverso per dimagrire e attivare il metabolismo.

Le informazioni che riprendo oggi rappresentano uno spunto di approfondimento che deve poi continuare sulle pagine di Eurosalus.

Prima di tutto è importante ricordare che l'attività fisica e il movimento in ogni loro forma devono far parte della quotidianità come una buona abitudine. Muovere il proprio corpo deve essere una prerogativa di ognuno. Il mondo scientifico guarda all'attività fisica con sempre maggiore attenzione definendo modi diversi per allenarsi funzionali alle diverse esigenze.

La frequenza cardiaca ha rappresentato e rappresenta un ottimo indicatore dell'intensità dell'allenamento e aiuta a dosare lo sforzo.

A questo bisogna aggiungere che frequenze cardiache diverse sono indice di tipi di lavoro metabolico differenti. In particolare un lavoro svolto tra i 120 e i 145 battiti al minuto è tipicamente un lavoro aerobico in cui si stimola il cuore a funzionare a pieno regime mantenendo ancora un buon equilibrio tra circolazione e ventilazione. Questo lavoro permette di incrementare le prestazioni del nostro allenamento.

Diversamente sopra le 155 pulsazioni al minuto il lavoro diventa anaerobico e costringe i nostri muscoli a lavorare in carenza di ossigeno: se non per brevi periodi è preferibile evitare questo tipo di allenamento, almeno finché si è ancora principianti e ci si affaccia al movimento da dilettanti.

Alternativamente sotto i 120 battiti al minuto si mobilizzano attivamente le riserve di grasso a patto che l'allenamento sia prolungato nel tempo (per non meno di 40 minuti).

Tra le pagine di Eurosalus troverete senza dubbio tanti spunti interessanti su questi temi e tra tutti voglio segnalare un articolo recentissimo intitolato "Nuovi messaggi per dimagrire: l'attività fisica cambia forma": tra i segnali per dimagrire spiccano oggi gli esercizi intensi ripetuti con brevi intervalli rimettendo in discussione il modo di allenarsi.