Citochine infiammatorie e infiammazione: cosa sono e come controllarle per stare meglio


di Michela Carola Speciani
07 Maggio 2020

milenaviracocha / 123RF Archivio Fotografico

Concetti come quello di “infiammazione”, “storm citochinico” e “risposta infiammatoria”, fino a qualche tempo fa sconosciuti ai più, sono ad oggi sempre più frequentemente usati da giornali e telegiornali.

La reazione infiammatoria sembra infatti tra le variabili che più influenzano la risposta al virus che ormai ci tiene compagnia da qualche mese.

Ma che cos'è questa infiammazione? Da dove viene? Perché può farci male? Come si controlla?

L'infiammazione è uno dei modi che il nostro organismo ha di comunicare e le citochine sono i suoi messaggeri: quando qualcosa non va, i livelli di infiammazione (e alcune citochine specifiche) crescono e producono il sintomo (come l'allergia, il mal di testa, il mal di pancia o la febbre).

Una risposta infiammatoria efficace è in genere di breve durata e, in questo modo, aiuta l'organismo a risolvere il problema. Questo accade ad esempio quando prendiamo l'influenza, ci viene la febbre e in qualche giorno il nostro sistema immunitario riporta tutto alla normalità, oppure quando prendiamo un colpo al ginocchio o al gomito e lo stesso per qualche giorno ci fa male o da fastidio e poi guarisce. 

I problemi arrivano invece quando la risposta infiammatoria è meno “organizzata” o efficace e, perdurando nel tempo, ci fa stare male.

È il caso ad esempio delle patologie autoimmuni, ma anche di tutte quelle manifestazioni infiammatorie che vanno dalla dermatite, alle allergie stagionali e non, ai mal di pancia e ai mal di testa cronici, all'acne, alla cistite interstiziale (quella che non ha una causa infettiva).

Ad oggi sembra sempre più evidente che una reazione infiammatoria di questo tipo possa avere un ruolo (insieme a diversi altri fattori) anche nello sviluppo della malattia provocata dal Sars-CoV-2 (altresì nota come COVID-19).

Come dico spesso ai miei pazienti, lavorare sull'infiammazione generalizzata (quella di base presente nel nostro organismo) non solo è possibile, ma significa mettere il proprio organismo nelle migliori condizioni per interagire con qualunque cosa gli succeda. Modulare i propri livelli di infiammazione ovviamente non garantisce che nulla ci succederà o che non ci ammaleremo (usare tutte le protezioni e le strategie preventive del caso anche se ci sentiamo sani e forti è fondamentale!), ma ci aiuta a reagire in modo almeno un po' più efficace nel caso della necessità. 

E quindi, come si fa a ridurla questa infiammazione generale?

Le variabili che hanno un ruolo fondamentale sono diverse e si influenzano a vicenda. Tra queste troviamo al primo posto la nutrizione (controllo degli zuccheri sulla base della propria sensibilità personale, variabilità alimentare sfruttata in modo personalizzato e regole base di corretta nutrizione), ma anche la qualità del sonno, il giusto tipo o la giusta intensità di allenamento e la componente emotiva hanno ad esempio un ruolo più che fondamentale. Agire su queste variabili permette di puntare il più possibile a un benessere che sia davvero a 360 gradi e che metta il nostro organismo nella migliore condizione per reagire in modo funzionale. 

La personalizzazione del percorso è come sempre fondamentale. Alcuni elementi di base sono elementi già funzionali per i più: pensiamo al ruolo di una prima colazione abbondante e completa (deve essere il pasto più abbondante della giornata), all'utilizzo delle corrette proteine a ogni pasto (colazione compresa) o il fatto di muoversi un pochino ogni giorno o durante la settimana.

Adattare il percorso alle proprie personali necessità, possibilmente con il supporto e la guida di un professionista, è in genere il modo più funzionale per dare la miglior carica alle proprie risorse in modo tempo/efficace.

Il focus su un benessere a 360 gradi che lasci il giusto spazio alla componente nutrizionale, ma anche a quella atletica ed emotiva, così come la personalizzazione del percorso sulla base delle personali esigenze di ciascuno è da sempre il focus del Centro Medico SMA - Studio Speciani di Milano in cui io stessa lavoro come medico.

Bibliografia essenziale