L'esperto risponde

Gabriele Piuri

Risposta di Gabriele Piuri


martedì, 2 gennaio 2007 9:02

Ma quando uno ha l'artrite, cosa ha esattamente? E se ha l'artrosi?

Domanda

Vorrei, se possibile, conoscere l'esatto significato di: artrosi, artrosi deformante e artrite reumatoide. Vorrei sapere, inoltre, se la diagnosi precoce o comunque subito dopo la comparsa delle prime manifestazioni può arrestare o rallentare il processo della malattia. Mi domando inoltre se ci sono strumenti adatti ad indagare soluzioni per alleviare il dolore, e quali sono le terapie migliori? Ringrazio moltissimo per le risposte che vorrete inviarmi e auguro buon lavoro.

Risposta

Gentilissimo Lettore,

l'artrosi come tutti i disturbi artro-reumatici è propria della natura dell'uomo: da quando abbiamo guadagnato la stazione eretta ci portiamo dietro anche le sue le conseguenze nocive sull'equilibrio delle nostre ossa.

Definiamo quindi i termini su cui lei ha chiesto informazioni. Tutti soffriamo di artrosi nella nostra vita: si tratta di un processo di invecchiamento delle nostre strutture: cartilagini, tendini o ossa che siano. In generale l'accumulo di radicali liberi determina la perdita progressiva e per fortuna molto lenta della elasticità, ma l'artrosi in sè non fa male. Quando una articolazione invece si infiamma si ha una artrite, e le cause di una artrite possono essere numerosissime. L'infiammazione infatti può essere di tipo infettivo, di tipo alimentare (intolleranza), di tipo traumatico, di tipo immunologico. Chi dice di soffrire di "artrosi cervicale" ha in realtà l'artrosi della colonna che non fa male, ma in alcuni casi (malposizione del collo, botta di freddo o capelli bagnati) si infiammano le piccole articolazioni e i muscoli vicini, e le persone hanno le crisi di "artrosi cervicale" che sono in realtà l'effetto di una artrite temporanea e di una infiammazione dei muscoli e dei tendini vicini che invece fanno male.

I processi che portano alla artrosi possono talvolta lasciare delle deformazioni delle dita o di altre articolazioni, e in quel caso si parla di artrosi deformante, e corrisponde alle deformazioni che spesso si vedono nelle persone molto anziane, ma non per questo si parla di artrite reumatoide o di poliartrite.

In particolare l'artrite reumatoide è una malattia dipendente da un squilibrio immunologico o da una più profondo squilibrio generale dell'organismo. In questo caso l'infiammazione delle articolazioni è secondaria ad una malattia autoimmune, in cui il sistema immunitario è coinvolto in modo preciso. Da qualche anno si sta capendo che spesso una delle cause più importanti della artrite reumatoide è la presenza di intolleranze alimentari che determinano infiammazione delle articolazioni e delle zone circostanti. In questo caso, poichè l'artrite reumatoide determina delle lesioni ossee e cartilaginee e quindi un rimaneggiamento della struttura, si può avere una artrite deformante come sequenza della malattia.

Per quanto rigurda la terapia naturale rimandiamo a quanto ben illustrato nella sezione "Disturbi artro-reumatici".

Una consideazione sui cortisonici: se questi possono essere farmaci utilissimi nelle manifestazioni acute in un trattamento prolungato manifestano gravi effetti collaterali.

Prima di ricorre sistematicamente al cortisone è importante studiare l'equilibrio psico-fisico di una persona, comprenderne le alterazioni stimolandola ad aumentare le sue capacità di tolleranza e difesa, cercando in contemporanea di ridurre il possibile stato infiammatorio generale che può essere causato in alcuni casi da un'alimentazione squilibrata o dalla presenza di intolleranze alimentari.

Un altro aspetto molto importante nel trattamento delle forme artro-reumatiche è lo studio dell'equilibrio minerale dell'organismo con attenzione alla presenza di minerali tossici tramite un mineraloramma.

Allergie Artrite Artrosi BAFF

POST PRECEDENTI...

Risponde Dott. Gabriele Piuri

Fibromialgia: come ridurre l'infiammazione?

La fibromialgia è una patologia multifattoriale che deve essere affrontata da prospettive differenti con l'obiettivo di ridurre l'infiammazione e mettere l'organismo nelle condizioni migliori per...

Risponde Dott. Gabriele Piuri

Ovaio policistico: meglio fare attività fisica

Contro una patologia come la policistosi ovarica il cambio di stile di vita è fondamentale per ridurre la resistenza insulinica.

Risponde Dott. Gabriele Piuri

La dieta può aiutare contro il Morbo di Crohn?

In caso di Morbo di Crohn una corretta impostazione alimentare rappresenta una valido supporto alla terapia farmacologica: ecco qualche suggerimento.

Risponde Dott. Gabriele Piuri

Come leggere gli esami della tiroide?

Ecco tutte le indicazioni utili per comprendere il significato dei più comuni esami tiroidei con qualche suggerimento per stimolare il buon funzionamento della tiroide.

Risponde Dott. Gabriele Piuri

Cattiva digestione e stitichezza: meglio cambiare stile di vita

Per far funzionare l'intestino serve prima di tutto cambiare stile di vita. Ecco tutti i suggerimenti utili contro la stitichezza.

I NOSTRI ESPERTI
L'ESPERTO RISPONDE

SINTOMI & MALATTIE

  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • G
  • H
  • I
  • L
  • M
  • N
  • O
  • P
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V
    171 malattie presenti