Gelato senza sensi di colpa: come farlo in casa in tre semplici mosse


di Michela Carola Speciani
14 Luglio 2017

mizina / 123RF Archivio Fotografico

Il gelato piace a tutti e, se qualche indicazione per scegliere anche in gelateria il più sano c'è, esso resta spesso oggetto di desiderio proibito, perché si sta facendo particolare attenzione agli zuccheri assunti o per motivi diversi per ciascuno.

Ecco allora che farlo in casa, con ingredienti noti e da scegliere ogni volta in serenità, può essere una soluzione tanto positiva quanto facile e gustosa.

Il gelato fatto in casa è una delle cose più facili da preparare che ci siano, anche senza gelatiera.

Bastano tre passi:

  1. scegliere gli ingredienti;
  2. metterli in freezer a congelare;
  3. frullarli tutti insieme poco prima del momento desiderato per gustarli.

Il sorbetto di fragola, ad esempio, è semplicissimo da preparare: prendete le fragole, congelatele già lavate, dopo aver tolto la fogliolina verde, mettete nel frullatore, estraete e gustate.

Scegliendo della frutta naturalmente dolce, godrete del suo delicato gusto naturale senza necessità di zuccheri aggiunti e con il vantaggio di un basso impatto glicemico, grazie alla quantità di fibra e acqua naturalmente presenti.

Questo metodo è perfetto per la frutta già morbida: pesca, melone, albicocche, banana, kiwi.

Per mele e pere o frutti più duri sarà meglio frullare una prima volta, prima di congelare (ad esempio in stampini da ghiaccio) e frullare nuovamente, al momento opportuno.

Ovviamente un sorbetto di questo tipo può comunque essere dolcificato (o insaporito), sapendo che la scelta migliore sarà quella di usare qualche spezia come vaniglia e cannella, o del latte di cocco, per ottenere un buon risultato in gusto, senza i cattivi effetti di zuccheri aggiunti o dolcificanti.

Se proprio aggiungere qualcosa di dolce fosse ritenuto essenziale (e non lo è), meglio optare per un poco di miele, a meno di ipersensibilità personali come nel caso di infiammazione da prodotti fermentati.

Passando dal sorbetto al gelato, di nuovo, la procedura è semplice: per un gusto cremoso basterà congelare dello yogurt greco o della panna e aggiungerlo, ad esempio, alla frutta.

Per un gelato al cioccolato, unite il cioccolato fondente (o di altro tipo, sciolto al microonde o a bagnomaria) alla panna, allo yogurt o al latte (anche vegetale o di cocco) e congelate il composto ottenuto. Un giro di frullatore ed ecco di nuovo il goloso gelato pronto per voi.

La scelta più sana in questo caso è sicuramente lo yogurt, un pochino più ricco in proteine, seguito dal latte e dalla panna, ricordando comunque che il vero nemico della salute sono gli zuccheri a rapido assorbimento, molto più di qualche grasso in più.

Un'idea in più per rendere il gelato un pasto completo può essere quella di aggiungere al composto da frullare o direttamente nel frullatore, qualche proteina del siero del latte: il gelato risulterà ancora più cremoso e la giornata sarà in modo gustoso più vicina al suo fabbisogno proteico.

Spazio alla fantasia, quindi, per ottenere di volta in volta, con queste tre semplici mosse, gelati e sorbetti gustosi e buoni, da mangiare senza sensi di colpa, conoscendo i propri ingredienti e imparando a rispettarsi con salute, gusto e piacere.