Un giorno (alla settimana) per disintossicarsi


di Attilio Speciani
03 Novembre 2015

È nella natura di quasi tutti gli esseri umani di adagiarsi almeno un pochino nella propria quotidianità.

Questa "comodità" inevitabilmente si ripercuote anche sulle scelte alimentari di tutti i giorni, che tendono spesso a limitarsi o a ripetersi. 

Poiché ormai sappiamo bene che il ripetersi continuo delle stesse scelte nutrizionali, spesso molto limitate, può contribuire ad aumentare lo stato di infiammazione generale, causa dei più vari e personali disturbi, scegliere un giorno settimanale per mangiare qualcosa di diverso può essere una scelta davvero sensata.

Esistono alcune classi alimentari, i Grandi Gruppi Alimentari, che raccolgono alimenti che producono reazioni immunitarie simili. Questi comprendono il gruppo del latte (e latticini), quello dei cibi che contengono glutine, quello dei prodotti fermentati, quello del nichel (e dei grassi idrogenati), i salicilati naturali, e gli alimenti ad alto contenuto di sale.

Una buona fetta della popolazione italiana presenta una reattività sul gruppo di frumento e glutine, latte e cibi fermentati, così che un giorno settimanale di astinenza dai prodotti che fanno parte di queste categorie è, per molti, un buon punto di partenza per stare bene.

Questo tipo di reattività è tuttavia frutto di una continua e abbondante assunzione: con l'avvento di nuovi stili alimentari anche in Italia sono aumentate ad esempio anche le reattività nei confronti del gruppo del nichel.

Una chiara definizione del proprio personale profilo di infiammazione alimentare si può ottenere attraverso test che misurino i livelli di IgG specifici per categoria (come ad esempio Recaller o BioMarkers Test).

Un giorno settimanale di astinenza di questo tipo può essere vista come un giorno di disintossicazione, con buona pace di benessere, salute ed effetti che vanno dallo stimolo al dimagrimento, alla riduzione di cellulite, reattività allergica, mal di testa...

Un giorno è un buon inizio, la modulazione e l'ampliamento delle proprie scelte alimentari può essere fatto anche con maggiore spazio durante la settimana, l'importante è non adagiarsi su alimenti differenti da quelli di partenza perché, alla lunga, il problema ricompare.

Variare è utile, eliminare per sempre no.

Buon giorno di disintossicazione a tutti.