Riso venere con mango e pomodorini


di Marina Necchi
29 Ottobre 2014

Oggi sistemando le foto fatte ad Ibiza durante il nostro ritiro di yoga con Elisabetta mi è comparsa questa preparazione assaporata durante l'ultimo brunch post pratica.

Come sempre la presentazione di Margherita (la nostra cuoca) è stata impeccabile e anche il riso mi ha piacevolmente sorpresa ritrovandoci, insieme al gusto dolce del mango, quella nota pizzichina dello zenzero fresco.

Il riso venere ha delle ottime qualità antiossidanti, una considerevole dose di contenuto proteico e fibre superiore ad altri risi, compreso quello integrale, ed un sapore decisamente interessante.

Io prima di cucinarlo lo sciacquo brevemente in acqua corrente, poi lo lesso come il riso integrale.

I tempi di cottura non sono brevissimi (35-40 minuti) e si possono dimezzare usando la pentola a pressione.

Per quanto riguarda il condimento, aggiunto in un secondo tempo dopo la cottura e scolatura, Margherita ha usato il mango tagliato a pezzi, i pomodorini pachino (dal sapore dolce/aspro) ed infine qualche foglia di menta sminuzzata e lo zenzero fresco tagliato a pezzetti.

Le quantità dei singoli componenti per eseguire la ricetta, in queste preparazioni, ritengo siano legate alle preferenze individuali.

Io ho provato a replicarlo a casa e invece di condirlo con un po' di sherry, come mi pare di aver capito avesse fatto lei, ho aggiunto un filo di olio e del succo di arancia.

Salate pochissimo e solo se assaggiando lo ritenete necessario.

Per una versione più salata, io aggiungerei qualche pezzo di seppia cotta al vapore e lo condirei con il limone spremuto al posto dell'arancia.

Se invece lo si volesse rendere più "cremoso" una bella dose di robiola da mescolare con il tutto potrebbe funzionare come legante.

Infiammazione da cibo (intolleranze)

Nichel, niente pomodorini, io li sostituirei con del sedano selvatico oppure, in mancanza, con quello comune tagliato a pezzetti. A pensarci bene anche il cetriolo potrebbe funzionare.

Latticini, niente formaggio.

Lieviti, niente formaggio e niente sherry nel caso vi venisse la tentazione di provare questa versione.




TROVA RICETTE