Prima colazione per mamme e manager


di Attilio Speciani
29 Gennaio 2015

Più volte abbiamo discusso dell'importanza di cominciare la giornata dando all'organismo un segnale di abbondanza che stimoli il metabolismo a funzionare al massimo delle proprie capacità.

Tutte le calorie mangiate entro un'ora dal risveglio vengono sistematicamente trasformate in energia, mentre quanto mangiato dopo le 17:00 viene messo quasi tutto di riserva in grassi per il giorno dopo.

La prima colazione è importante anche per funzionare meglio durante la giornata.

Capita e tutti i manager e alle mamme che si rispettino di saltare spesso la pausa pranzo, concedendosi il tempo per un pasto frugale tra un impegno e l'altro.

Per evitare di crollare sfiniti nel pomeriggio è fondamentale fare in modo che la prima colazione diventi a tutti gli effetti il pasto più abbondante della giornata.

Molti miei pazienti, abituati magari da anni a fare una prima colazione con un biscotto e un caffè, rimangono stupiti da come cambia il modo di approcciarsi alla giornata quando si fa prima colazione.

La prima colazione deve essere un piacere e per questo è importante cambiarla ogni mattina in modo da soddisfare il più possibile il palato e mantenere attivamente la vostra tolleranza alimentare nei confronti di quello che mangiate.

Naturalmente non dimenticate di abbinare carboidrati e proteine e di utilizzare esclusivamente cereali integrali.

Per fare questo cominciate a pensare alla vostra prima colazione già dalla sera precedente assaporando il vostro risveglio. 

Se la mattina avete poco tempo potete anche apparecchiare la tavola la sera precedente in modo da svegliarvi la mattina con una coccola in più.

Meglio ancora se ad apparecchiare la tavola è qualcuno che vi vuole bene e ha già preparato anche il caffè.