Pressione alta in gravidanza: come fare?


di Gabriele Piuri - Medico Chirurgo
20 Dicembre 2011

DOMANDA

Buona sera, sono incinta al sesto mese e la mia pressione risulta essere un po' alta (130/85). La ginecologa mi ha consigliato di tenerla misurata e se la minima supera il valore di 90, di andare all'ospedale per maggiori accertamenti. Mi potete consigliare un rimedio omeopatico o altro rimedio naturale che sia utile per tenere sotto controllo la pressione?Grazie e cordiali saluti.

RISPOSTA

Gentilissima Lettrice,

concordiamo perfettamente con la tua ginecologa: prima di tutto è importante tenere controllata la pressione e se questa dovesse alzarsi ancora è importante recarsi in ospedale per maggiori accertamenti. Questo non toglie però che sul piano alimentare sia possibile intervenire per ridurre l'ipertensione.

La pressione arteriosa è senza dubbio influenzata dall'assunzione di sale. In cucina quando si parla di sale si pensa quasi automaticamente al sale per condire l'insalata e a quello per salare l'acqua di bollitura. In realtà questi non rappresentano che un minima parte se rapportati al sale nascosto negli alimenti come i prodotti da forno (il pane ad esempio ma anche i biscotti ecc.) i formaggi e gli affettati. A questo link troverai indicazioni precise sui cibi più ricchi di sale che sarebbe meglio ridurre drasticamente nella tua dieta.

Nel controllo della pressione arteriosa è importante anche il movimento. Questo non significa per forza correre una maratona. Sarebbe già più che sufficiente camminare almeno 30 minuti tutti i giorni. L'attività fisica è importante anche nella riduzione della tensione emotiva legata alla gravidanza e al timore per l'aumento della pressione arteriosa. Il rilascio a livello encefalico dei neurotrasmettitori responsabili delle sensazioni di pace è benessere non può che farti bene in questi momenti.

In una visione più ampia del problema potrebbe rivelarsi utile anche il controllo delle eventuali allergie alimentari ritardate. L'impostazione di una dieta di rotazione settimanale sulle tue personali ipersensibilità alimentari (diagnosticate ad esempio con un Recaller) è utile nel recupero della tolleranza immunologica e nella riduzione dei livelli generali di infiammazione.

Nella terapia naturale dell'ipertensione non può mancare il magnesio che grazie alla sua importante azione di regolazione della contrazione muscolare a livello della arterie è senza dubbio il principale rimedio nel controllo della pressione alta. Si utilizzerà ad esempio un misurino a giorno di Magnesio+ fino alla fine della gravidanza. Questo prodotto è particolarmente indicato per la sua estrema biodisponibilità che permette al magnesio di entrare velocemente nell'organismo raggiungendo rapidamente i siti in cui è necessario.