Più sport per resistere allo stress


di Attilio Speciani
28 Maggio 2015

Il movimento e l'attività fisica sono un toccasana per l'intero organismo e con l'arrivo della bella stagione è ancora più facile mettersi in gioco facendo sport all'aria aperta.

Per un buon equilibrio psicofisico è importante fare in modo che il movimento diventi una parte integrante della propria quotidianità.

Non è necessario allenarsi in palestra tutti i giorni o correre le maratone: per chi non è allenato è sufficiente una passeggiata a passa svelto di 40-50 minuti, un giro in bicicletta o una nuotata in piscina per sentire immediatamente i benefici che l'attività fisica regala.

Il movimento è utile non solo quando si vuole dimagrire, ma anche quando si sta attraversando un periodo di maggiore stress e impegni lavorativi e personali.

Mettere in moto il proprio corpo permette prima di tutto di sciogliere le tensioni favorendo la liberazione a livello encefalico di molecole come le endorfine che sono i neurotrasmettitori delle sensazione di pace e benessere.

Fare movimento si traduce anche in una maggior capacità di memorizzazione, cosa che dovrebbe spronare gli studenti che si stanno avvicinando alla maturità e alla sessione di esami estiva a non abbandonare l'attività fisica nel periodo di maggior studio, ma anzi di vedere come un buon investimento il tempo dedicato al movimento.

Se tutto questo non bastasse bisogna ricordare che il movimento, sopratutto se fatto all'aria aperta con la luce naturale, è fondamentale per regolarizzare il ritmo sonno/veglia.

Fare movimento durante le prime ore della giornata, con il nascere della luce, regala tanta energia per affrontare la giornata e garantisce un riposo notturno ristoratore.