Pane arabo


di Marina Necchi
11 Giugno 2014

Con l'improvviso caldo scoppiato in questi giorni c'è poca voglia di cucinare.

Osservando le opportune cautele nei confronti dei cibi particolarmente salati come prosciutti e formaggi io ho trovato una simpatica soluzione.

Complice la futura uscita del libro sulle colazioni ho dovuto fotografare la realizzazione del pane arabo fatto in casa.

Beh non è necessario il forno e basta una padella, la pasta si può preparare in anticipo e tenere pronta in un contenitore ermetico anche per qualche giorno.

Il risultato lo vedete nella foto e può essere farcito con verdure fresche di tutti i tipi.

Per realizzare l'impasto occorrono 500 g di farina integrale, 1 bustina o 1 cubetto di lievito di birra, 500 ml di acqua tiepida, 1 cucchiaino di zucchero di canna, poco sale, ma solo se non potete farne a meno.

L'impasto rispetto a quello del pane deve restare molto più umido e "liquido".

Sciolgo il lievito nell'acqua calda con lo zucchero, quindi lo aggiungo alla farina.

Finisco di impastare con l'acqua e metto il composto a lievitare, coperto con la pellicola.

Dopo qualche minuto, quando compaiono delle bolle sulla superficie, impasto nuovamente con l'aiuto di una spatola, poi lascio riposare per almeno 2 ore.

Infine, si formano circa una ventina di palline che dovranno essere tirate sottili e cotte in una padella antiaderente ben calda, coprendole con un coperchio.

Durante la cottura, l'uscita di vapore e la superficie che si gonfia leggermente segnala che è il momento di girare il pane e cuocere anche l'altro lato.

Se tenete l'impasto al freddo prima di utilizzarlo è necessario lasciarlo lievitare nuovamente in un posto tiepido.

Infiammazione da cibo (intolleranze)

Frumento, usate farine alternative per celiaci.

Lievito, sostituite il pane con le crepes.

Nichel, non aggiungere in cottura semi oleosi o olio. 




TROVA RICETTE