Occhi e capillari: come mantenerli in salute in modo naturale?


di Gabriele Piuri - Medico Chirurgo
27 Aprile 2012

DOMANDA

Buongiorno dottore,mi curo da tanto tempo con omeopatia e rimedi naturali, ma non ho ancora trovato la terapia per un sintomo che mi si presenta più o meno un paio di volte all'anno: si forma nell'occhio una macchia di sangue, come se avesse ceduto un capillare. In genere utilizzo un collirio a base di erbe. Mi piacerebbe sapere qualcosa di più su questo fenomeno, capire da che cosa possa essere causato per prevenirlo.Grazie.

RISPOSTA

Gentilissima Lettrice,
in caso acuto è possibile intervenire usando fin da subito dell’Arnica 30 CH di cui assumere 3-4 granuli anche 3-4 volte durante il corso della giornata fino alla completa risoluzione del problema. Arnica lavora sui traumi e sui versamenti ematici favorendone il riassorbimento.

In associazione è possibile utilizzare due rimedi che lavorano specificamente sul sangue e sulle emorragie in genere. Si utilizzerà Vipera 5 CH in associazione a Phosphorus 5 CH, assumendo di entrambi 3-4 granuli due volte al giorno fino al riassorbimento completo dell'ematoma. Vipera lavora espressamente sulle vene mentre Phosphorus svolge una buona azione di contenimento delle emorragie.

In un'ottica preventiva è possibile utilizzare anche per lunghi periodi un misurino al giorno di Oximix 5+ che lavora espressamente sulla salute del sistema circolatorio grazie al sua bilanciata formulazione minerale. Si utilizzeranno 2,5 ml a prima colazione in abbondante acqua o succo per cicli terapeutici di circa 40 giorni serenamente ripetibili nel corso dell’anno. Alternativamente è possibile utilizzare un prodotto come Vistavital, che integra tutti gli elementi importanti nella salute degli occhi e del circolo sanguigno oculare in generale. Il buon equilibrio tra vitamina C, vitamina A e Taurina abbinato a estratti vegetali importanti per mantenere sani gli occhi (come l’Eufrasia e il Ginkgo biloba) e altri importanti per il loro contenuti in antocianosidi (come il mirtillo nero) garantisce un'ottima azione preventiva.

Per lavorare invece sul sistema capillare è possibile utilizzare un prodotto come Pinoflavo, di cui utilizzare una capsula al giorno per cicli di circa un mese anche ripetibili. I flavonodi contenuti in questo prodotto svolgono un’intensa azione protettrice sul microcircolo che può rivelarsi estremamente utile in situazione come quella descritta.