L'ipertiroidismo può essere indotto dall'Eutirox?


di Gabriele Piuri - Medico Chirurgo
03 Febbraio 2011

DOMANDA

Salve, sono una ragazza di 21 anni e da qualche mese sto seguendo cura a base di farmaci omeopatici/omeotossicologici a base di estratti di piante, magnesio e soprattutto fermenti lattici vivi per l'intestino per svegliare le mie difese immunitarie che sono piuttosto basse. Da qualche mese ho notato che ogni mattina quando mi sveglio ho delle piccole macchie rosa acceso/rosso chiaro sparse su braccia e avambraccio. Verso pomeriggio scompaiono lentamente... Non danno prurito né fastidio e non si manifestano in altre parti del corpo, però vorrei sapere quale potrebbe essere la causa. Preciso inoltre che prendo Eutirox 75 mcg da 10 anni (io ne ho 21) poiché soffro di ipotiroidismo. Nonostante questo sono una persona molto agitata e la mia pressione è sempre alta e i battiti cardiaci sono generalmente 100 al minuto... Altre informazioni su di me: sono allergica alla polvere e ho la pelle molto delicata, chiara di carnagione e sensibile; le punture di insetti e zanzare sulla mia pelle diventano grossi ponfi dolorosi e per una settimana fanno prurito. Spero di essere stata esauriente e aspetto un vostro parere riguardo alle “chiazze del mattino” sulle braccia che spariscono progressivamente nella giornata per poi ripresentarsi il mattino seguente appena alzata. Vi ringrazio e vi mando i miei sinceri saluti.

RISPOSTA

Gentilissima Lettrice,

per un trattamento aspecifico del problema "prurito e chiazze" è possibile utilizzare Histaminum 9 CH di cui si possono assumere 3 granuli prima di coricarsi e poi 3 granuli appena svegli. Questo prodotto omeopatico agisce come un antistaminico naturale riducendo la sintomatologia allergica.

Considerando però che, da quanto ci scrive, è per sua natura una persona tendenzialmente allergica è consigliabile intervenire sul problema studiando il quadro delle possibili ipersensibilità alimentari. In particolare da quanto ci racconta è possibile ipotizzare un'ipersensibilità ai lieviti, ai salicilati naturali e molto probabilmente agli acari.

L'impostazione di una dieta di rotazione per il controllo delle ipersensibilità alimentari può rivelersi in questi casi di grande aiuto per normalizzare la situazione. Con un test per l'infiammazione da cibo è possibile impostare un controllo di eventuali reattività e ricercare un vaccino iposensibilizzante a bassa dose che permette di recuperare più velocemente la tolleranza immunologica. Questo approccio è particolarmente utile per il trattamento dell'ipersensibilità agli acari.

Solo una precisazione: la dieta per il controllo delle ipersensibilità alimentari è un dieta di rotazione e non di eliminazione. Eliminare per lunghi periodi un'intera classe di alimenti può essere estremamente pericoloso portando in taluni casi anche allo shock anafilattico.

Per quanto riguarda invece l'agitazione, la pressione alta e la tachicardia potrebbero essere tutte manifestazioni di un eccessivo dosaggio di levotiroxina (Eutirox). Non è da escludere che oggi lei abbia manifestazioni tipiche dell'ipertiroidismo e che questo sia indotto in parte dall'assunzione di elevate dosi di Eutirox.

In questo caso, sempre in accordo con il proprio medico, è possibile decidere di ridurre l'assunzione della  levotiroxina (Eutirox) di 12,5 mcg (cioè un quartino di pastiglia da 50 mcg) per vedere se il quadro si normalizza.

In ogni caso quando si parla di ipertiroidismo e di ipotiroidismo e in generale di regolazione ormonale non possiamo esulare dal considerare l'importante effetto riequilibrante dell'attività fisica e di una dieta che controlla le fluttuazioni insuliniche. In questo caso quindi tutte le indicazioni del metodo fluttuazioni ormonali.