Il pranzo perfetto da portare in ufficio


di Attilio Speciani
04 Settembre 2014

Si ricomincia con il lavoro ed è meglio organizzarsi per il pranzo. Portarsi in ufficio qualcosa da mangiare è una scelta comoda, sicuramente sana, facile e anche economica.

Basta un minimo per organizzarsi preparando qualcosa la sera prima o decidendo di uscire da sotto le lenzuola con qualche minuto in anticipo per preparare oltre alla prima colazione, come dicevamo all'inizio di questa settimana, anche il pranzo da infilare dentro un tupperware da portare in ufficio.

Come ogni pasto, anche il pranzo deve prevedere una parte di carboidrati (integrali naturalmente), una di proteine e un'altra di frutta o verdura.

Il segreto per un pranzo perfetto è organizzarsi prima con la spesa, per avere una dispensa ben fornita che lasci solo l'imbarazzo della scelta.

Pensando ai carboidrati meglio avere a disposizione tanti tipi di cereali diversi per variare il più possibile: potrebbe essere il frumento, il farro, il kamut o il riso, ma anche la quinoa, l'amaranto, l'orzo o quello che più preferite, senza dimenticare le patate come altra valida alternativa.

Allo stesso modo può essere utile avere sempre scorte di uova, pesce, pollo, gamberetti, ragù o qualunque altra fonte proteica che sia di vostro gradimento e vi faccia sentire bene.

A questo punto basterà prendere il contenitore trasportabile, unire tutti gli ingredienti, condire come meglio preferite ed eventualmente recuperare un mela, una carota, un finocchio per non dimenticare una buona abitudine come quella del "Crudo, vivo e colorato". Il gioco è fatto!

Ricordatevi solo di portare almeno una forchetta...