Dormire e dimagrire: i trucchi per farlo al meglio


di Attilio Speciani
20 Gennaio 2015

Se da sempre si dice che "chi dorme non piglia pesci" è ben noto che la verità sta anche nel contrario: dormire troppo poco rende meno attenti, rallenta il metabolismo e fa ingrassare.

Le ore di sonno sono importanti ed altrettanto importante è che vengano utilizzate al pieno della loro funzionalità. 

Quando addormentarsi risulta difficile è utile seguire alcune regole di igiene del sonno, quali consumare una cena equilibrata, sdraiarsi sul letto solo al momento del riposo, evitare di osservare schermi luminosi prima di dormire.

Quando invece il sonno è poco profondo e spesso non continuato fino alla mattina, integratori come MetaRelax, o Zerotox MG3, principalmente a base di manesio glicerofosfato, aiutano il cervello, le membra e il resto dell'organismo a riposare nella maniera più delicata, giusta ed efficace.

Spesso, poi, il buon riposo è davvero aiutato da uno stile di vita (e una dieta di rotazione) che permetta la riduzione dell'infiammazione generale: avere delle vie aeree infiammate significa respirare poco bene, non nutrire abbastanza il cervello, ed essere - senza nemmeno accorgersene - sottoposti a continui e fastidiosi risvegli.

Parlando in termini più semplici, ridurre l'infiammazione generale significa anche smettere di russare (o ridurne la frequenza e/o l'intensità), con buona pace dell'interessato e del suo partner.

Dormire bene, inoltre, ha a sua volta un ruolo nella riduzione dell'infiammazione generale, accompagnando con dolcezza in un graditissimo circolo virtuoso.

Dormire il numero di ore che a ciascuno serve è davvero una risorsa utile, importante e da salvaguardare con attenzione e rispetto per essere in grado di vivere al meglio, in salute e armonia, le ore di veglia.