Dieta e palestra senza risultati? Ecco come dimagrire


di Carla Camerotto - Nutrizionista
04 Novembre 2014

DOMANDA

Avrei bisogno di qualche consiglio. Da sempre combatto con i chili di troppo. Dopo aver fatto una dieta fai da te ora mi sono bloccata e anzi sto riprendendo peso, come mai? Sarà colpa della mia tiroide? Cosa posso fare? Ho 20 anni e vado sempre in palestra, questa situazione mi sta distruggendo mentalmente!

RISPOSTA

Buongiorno,

fino a pochi anni fa l'eccesso di peso veniva inteso come l'effetto di un eccesso alimentare. Gli anni ottanta hanno visto il dilagarsi di una cultura alimentare di restrizione, volta al controllo delle singole calorie assunte. Sono gli anni in cui i supermercati si sono riempiti di cibi light con la falsa promessa di poterne mangiare a volontà senza ingrassare.

In realtà indipendentemente dal valore energetico, un alimento o meglio una combinazione di alimenti è in grado di inviare segnali al nostro corpo fungendo come un vero e proprio modulatore ormonale, in grado di regolare fame e sazietà per meglio controllare il peso corporeo.

Un contesto di forte restrizione e la gestione della fame, con una attività fisica regolare, determinando delle difficoltà oggettive che “distruggono” anche le motivazioni più forti.

È purtroppo noto che l'utilizzo di diete fortemente ipocaloriche e sbilanciate per modificare il peso corporeo non mantiene i suoi effetti nel tempo. Solo una piccola percentuale delle persone che modificano il proprio peso è in grado di mantenere un calo del 10% per almeno un anno di tempo.

Il modo in cui l'organismo trasforma in grasso le calorie introdotte dipende da numerosi fattori che non sono solo legati alle calorie presenti in un cibo, ma alla modalità in cui questo è composto, all'orario in cui viene mangiato, al modo in cui è masticato, al contesto in cui è utilizzato e così via.

Un vademecum per agire in maniera sensata nel quotidiano:

  • la scelta del momento in cui si introducono alcuni alimenti nell'alimentazione è più importante del solo computo delle calorie. Colazione ricca, momento utile per inserire qualche piacevole trasgressione, a fronte di una cena leggera.
  • scegliere cereali integrali dal basso indice glicemico, riducendo gli zuccheri e i cereali raffinati.
  • distribuire i nutrienti nell'arco della giornata bilanciando accuratamente in carboidrati integrali, proteine e vegetali.
  • riscoprire il piacere di masticare a lungo dedicando il giusto tempo al pasto
  • attività fisica regolare, con inserimento di qualche variante alla solita corsetta.

Si tratta di applicare nel quotidiano delle attenzioni che permettano di sviluppare uno stile di vita sano per riequilibrare il rapporto con il proprio corpo e con il cibo.

Anche la tiroide più impertinente si adeguerà ai segnali che permettono di gestire in maniera efficiente il proprio metabolismo.