Orticaria

Orticaria, Prurito, Ponfi, Reazione orticarioide, Vasculite

L'orticaria rappresenta una delle più classiche manifestazioni allergiche. Negli ultimi anni, il controllo dell'infiammazione da cibo e della reazione agli alimenti (intolleranze) si è dimostrato l'arma vincente contro questo tipo di malattia.

Sintomi

L'orticaria si manifesta con vari tipi di macchie sulla pelle, in punti determinati o diffusa a tutto il corpo: possono essere chiazze rosse o rosate, leggermente rilevate con al centro una depressione bianca, oppure ponfi come punture di zanzara o piccoli puntini rossi rilevati come quelli provocati dal contatto con l'ortica.

È praticamente sempre presente prurito oppure bruciore. Quasi sempre è determinata da un alimento che, direttamente o indirettamente, aumenta la reattività allergica, incrementa l'infiammazione legata al cibo e favorisce la comparsa della reazione da orticaria.

In qualsiasi trattamento, la sospensione della terapia antistaminica classica deve essere effettuata sempre con molta cautela, per evitare effetti di rimbalzo (rebound), seguendo esattamente quanto indicato nell'articolo sullo svezzamento dagli antistaminici. 

Cause

È sempre importante considerare che come ogni allergia, anche l'orticaria è prima di tutto un segnale importante di squilibrio che l'organismo lancia verso l'esterno. In molti casi infatti si può rintracciare alla base dello scoppio allergico di una orticaria un momento di forte cambiamento vitale, sia sul piano fisico che sul piano emotivo ed affettivo.

L'orticaria è una reazione infiammatoria e allergica acuta dell'intero organismo, che si manifesta a livello della pelle; i suoi fattori scatenanti sono molto vari: oltre ai cibi è bene ricordare i farmaci, alcuni batteri e virus, le punture d'insetto, il contatto con sostanze chimiche e anche agenti fisici quali il caldo, il freddo o la luce del sole.

Nella pratica, quando in risposta a uno dei possibili vari stimoli scatenanti viene liberata istamina a livello della pelle, si determina un'infiammazione con dilatazione dei vasi sanguigni e fuoriuscita di liquidi che determinano il gonfiore.

Trattamento

Pronto soccorso

Per affrontare l'orticaria nell'immediato è possibile utilizzare un prodotto come Histaminum 12 CH (OTI) di cui assumere 3-4 granuli anche ogni 10 minuti, durante le fasi acute, per poi ridurre la frequenza con il miglioramento della sintomatologia.

Tra i fitoterapici si può utilizzare, affiancandolo efficacemente al precedente medicinale, Olio di Perilla, in perle da 750 mg di cui assumere 4 perle al giorno nella fase iniziale riducendo poi il numero prima a 3 poi a 2 in relazione al miglioramento ottenuto.

In alternativa può essere utile usare anche delle Perle di Olio di Ribes nero da 1 grammo, che, a differenza del macerato glicerico di Ribes nero, non è alcolico. Si utilizzeranno in fase acuta anche 6 capsule al giorno per pochi giorni riducendo poi la dose. Un dosaggio di 1-2 capsule può essere mantenuto anche per lunghi periodi.

Tra i minerali, che hanno una importantissima azione di controllo dell'orticaria, è possibile utilizzare un prodotto come Oximix 3+, che oltre a contenere del Ribes nero integra tutti i minerali importanti nella regolazione del sistema immunitario come manganese, zinco, rame e magnesio. Si assumerà un misurino a prima colazione anche per lunghi periodi.

Quanto detto lavora efficacemente sul controllo sintomatico dell'orticaria. Ma lo studio delle eventuali intolleranze alimentari permette di lavorare sulle cause dell'aumento del livello di infiammazione generale dell'organismo, riducendo sensibilmente la reattività del sistema immunitario.

Kit di pronto soccorso da tenere in casa

  • Histaminum 12 CH
  • Olio di Perilla perle 750 mg
  • Oximix 3+

Alimentazione

Negli ultimi anni si è sempre più precisato il ruolo della infiammazione da cibo e della reattività alimentare nell'orticaria. Non si tratta infatti solo del possibile contatto con additivi e conservanti (talvolta responsabili del problema) ma della infiammazione diffusa che si sviluppa in un organismo e che riduce la sua capacità di adattamento. L'orticaria scoppia quando l'organismo è arrivato molto vicino al livello di soglia, e per superarlo a volte basta veramente poco.

La terapia quindi è di tipo dietetico, una volta che sia stata individuata la profilazione individuale delle reattività alimentari attraverso test come RecallerProgram o anche attraverso il test DRIA, e in molti casi possono essere utilissimi i dosaggi iposensibilizzanti a bassa dose da utilizzare in terapia, che consentono spesso atteggiamenti dietetici molto più permissivi.

Omeopatia

Tutti i rimedi saranno da utilizzare alla diluizione 5 CH o 7 CH (salvo Histaminum, da usare alla 12 CH), assumendone 2-3 granuli all'insorgenza dei sintomi e prendendoli anche ogni 5-10 minuti fino a miglioramento ottenuto.

Apis mellifica: intenso bruciore sulle lesioni, con sensazione di avere degli spilli; il prurito è migliorato da applicazioni fredde o addirittura ghiacciate; le lesioni sono calde e rosee.

Urtica urens: sintomatologia sovrapponibile a quella di Apis, ma l'acqua fredda peggiora il dolore e il bruciore locali.

Ledum palustre: desiderio di freddo locale come per Apis, ma le lesioni sono pallide e fredde, eventualmente bordate di rosso (come le punture di zanzara).

Histaminum 12 CH: è un organoderivato che funziona come un antistaminico naturale; va associato agli altri rimedi assumendolo come indicato sotto alle "istruzioni per l'uso".

Arsenicum album: rimedio con importante azione detossificante, che ha tra le sue caratteristiche sintomatologiche il bruciore della pelle, il miglioramento col caldo, e lo stato di spossatezza generale.

Per quanto riguarda le orticarie di origine alimentare si veda anche la voce Intossicazione alimentare e si associno gli eventuali rimedi indicati.

Fitoterapia

L'olio di Ribes nero (per il suo contenuto in GLA) e l'olio di Perilla (per il suo contenuto in ALA) possono anche essere presi a lungo. 2 perle di Perilla da 750 mg e 1 perla di Ribes da 1 grammo possono essere proseguiti anche a lungo nel trattamento delle forme orticarioidi, scalando poi il dosaggio in relazione al beneficio ottenuto.

Oligoelementi

Il controllo della reazione allergica è spesso possibile con la integrazione di alcuni minerali. I minerali più importanti per contrastare le allergie sono Manganese, Rame, Zinco e Litio.

Il Litio in particolare (come oligoelemento, e non come farmaco antidepressivo) svolge una importantissima azione di riduzione della reattività delle cellule che liberano istamina (i mastociti) consentendo quindi talvolta di fermare la reazione anche in monoterapia. Una composizione come Oximix 3+, di cui prendere 2,5 ml diluiti in acqua 2 volte al giorno, apporta in modo naturale questi oligoelementi, dimostrandosi la forma di integrazione minerale più utile per il trattamento dell'orticaria. 

Altro

Link suggeriti

A chi non bastasse quanto detto fino a qui può consultare le pagine inglesi tratte dall'elenco delle malattie del Karolinska Istitutet di Stoccolma e riferite in particolar modo alle manifestazioni orticariodi acute e croniche (Acute and chronic urticaria e Chronic urticaria).

Tratte dal Manuale Merk segnaliamo le pagine italiane in cui vengono presentate le dermatiti indotte da farmaci e le reazioni vasoattive prodotte dall'attivazione del sistema immunitario (Dermatiti da farmaci e Disordini dei mediatori vasoattivi).

La medicina popolare

Spugnature di aceto e acqua fredda (o tiepida a seconda delle preferenze locali) riducono a sufficienza il prurito.

Prevenzione

Una alimentazione varia è sempre alla base di un corretto controllo preventivo. L'uso di frutta e verdura crua prima di ogni pasto (prima colazione compresa) con la tecnica denominata del "Crudo, Vivo e Colorato" rappresenta uno dei più potenti elementi preventivi naturali a disposizione di tutti. 

Quando si fosse da poco superata una situazione orticarioide, suggeriamo di mantenere per 3-4 mesi almeno 1 o 2 perle di Olio di Perilla ogni giorno, come integratore alimentare sfruttando quindi la sua azione di riequilibrio antiallergica e antinfiammatoria.

Allergologo e Immunologo Clinico

Medico

Antistaminici  Infiammazione  Pelle  Intolleranze  Allergie 

SINTOMI & MALATTIE: dalla A alla Z

  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • G
  • H
  • I
  • L
  • M
  • N
  • O
  • P
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V
    da 171 malattie presenti

    VEDI ANCHE...

    Intolleranze & Allergie

    Infiammazione alimentare: perché cambiare cibo ti salva la vita

    La scelta di che cosa mangiare influenza ampiamente la reattività infiammatoria di ciascuno e nel lungo termine rappresenta una scelta...

    Intolleranze & Allergie

    Che cos'è l'infiammazione da cibo

    L'infiammazione è una esperienza condivisa da tutti e il cibo ne può essere la causa. Il suo livello è valutabile...

    Malattie & Cura

    Trattare e guarire l'orticaria

    L'orticaria è un disturbo piuttosto impegnativo da gestire, ma che è possibile trattare e guarire con il controllo dell'infiammazione generalizzata,...

    Intolleranze & Allergie

    Tornare a mangiare le fragole, e anche le noccioline

    Le ricerche scientifiche a sostegno del recupero della tolleranza sono sempre di più e indicano un percorso importante per ricominciare...

    Malattie & Cura

    Oggi parliamo di: orticaria

    Nel consueto appuntamento del lunedì con una malattia dell'archivio di Eurosalus parliamo di orticaria, disturbo contro il quale negli ultimi...

    Malattie & Cura

    Histaminum, istruzioni per l'uso

    Histaminum è un rimedio omeopatico di notevole importanza per la gestione della infiammazione allergica, dell'infiammazione da cibo e di tutti...

    Intolleranze & Allergie

    Salicilati naturali

    L'acido acetilsalicilico è comunemente impiegato per la preparazione di alcuni farmaci, ma i salicilati naturali, sostanze a questo molto simili,...

    Malattie & Cura

    Scrivere sulla pelle per comunicare

    L'orticaria viene sovente definita "la tomba del dermatologo", poiché spesso idiopatica (termine elegante per dire che non ne conosciamo la...

    Intolleranze & Allergie

    Aiuto, sono allergico alla suocera

    Talvolta capita che una reazione allergica sia scambiata per una reazione su base emotiva. Riportiamo un caso in cui la...

    Intolleranze & Allergie

    Antileucotrieni e Montelukast: costosi, probabilmente inutili ma tanto prescritti

    La scienza dice che non servono, ma a quasi tutti gli allergici vengono indicati: malasanità o interesse?

    Intolleranze & Allergie

    Noci, nocciole, mandorle, arachidi… prelibate e preziose, ma con qualche cautela

    Una ragazzina muore dopo aver mangiato una torta alle nocciole, e nell’opinione pubblica si riattiva l’ansia per la gravità di...

    Malattie & Cura

    Terapia delle malattie autoimmuni

    Sono molti ormai i dati scientifici che mettono in relazione le malattie autoimmuni e i fenomeni di ipersensibilità alimentare. Se...

    I NOSTRI ESPERTI
    L'ESPERTO RISPONDE