Ansia e attacchi di panico: mi serve un aiuto


di Gabriele Piuri - Medico Chirurgo
19 Marzo 2013

DOMANDA

Gentile dottore,sono una ragazza di 27 anni che da circa un anno soffre di ansia in seguito ad attacchi di panico (3 o 4 in questo lasso di tempo) e quindi vivo nella paura che si ripresenti specie se sono sola. Ho rinunciato ad alcune abitudini come il camminare sola a piedi o guidare fuori dal mio paese l'auto. Come posso fare? Grazie mille.

RISPOSTA

Gentilissima Lettrice,

il cambio di alcune abitudini è senza dubbio uno dei modi migliori per affrontare l'ansia e gli attacchi di panico. Ad esempio è fondamentale cominciare la giornata con un prima colazione davvero abbondante che rappresenti realmente il pasto principale della giornata. Di grande aiuto anche il corretto bilanciamento di carboidrati e proteine a partire dalla prima colazione, l'utilizzo di cereali integrali e sopratutto il movimento che deve diventare a tutti gli effetti parte integrante della propria quotidianità.

Cambiare le proprio abitudini vuol dire prima di tutto riprendere in mano le redini del proprio benessere. Quando si parla di attacchi di panico questo aspetto rappresenta di per sé un cardine centrale della terapia.

Ad esempio fare attività fisica libera a livello encefalico alcuni neurotrasmettitori, chiamati endorfine, che sono responsabili delle sensazioni di pace e benessere. Quando una persona si rende conto consapevolmente dell'importanza che ha l'attività fisica contro l'ansia e gli attacchi di panico sa di avere a disposizione un'arma che può utilizzare liberamente e in assoluta autonomia. Diventa quindi responsabile e padrone delle proprie scelte.

A chi fosse interessato ad approfondire l'argomento propongo un libro che senza dubbio sarà utilissimo per comprendere l'importanza di una corretta alimentazione quando si parla di disturbi dell'umore. Il titolo è "Prevenire e curare la depressione con il cibo" di Attilio e Luca Speciani, edito da Rizzoli.

Sul piano naturale è possibile intervenire utilizzando tutta una serie di prodotti a supporto. Ad esempio è di grande utilizzare una miscela di minerali come quella contenuta nell'Oximix 4+. Il corretto bilanciamento di magnesio e manganese insieme ad estratti fitoterapici come il Citrus sinesis e il Crataegus oxyacantha è di grane aiuto per ridurre l'ansia e sostenere l'umore. Si utilizzeranno 2,5 ml a prima colazione, perché ognuno si costruisce le proprie ansie fin dal mattino, e 2,5 ml la sera prima di coricarsi per conciliare il sonno proseguendo per cicli terapeutici di circa 1-2 mesi serenamente ripetibili nel corso dell'anno.

In chiave omeopatica è possibile utilizzare un prodotto come Datif-PC di cui sciogliere una compressa sotto la lingua 3-4 volte nel corso della giornata e più in generale ogni volta che si percepisca cresce l'ansia. Nel tuo caso specifico potrebbe essere d'aiuto utilizzare questo prodotto prima di metterti alla guida, uscire a fare un passeggiata o quando sei a casa sola.

Utile anche un prodotto come Amino-Relax di cui utilizzare 1 capsula a prima colazione per cicli di circa un mese anche ripetibili. La Griffonia, la Valeriana insieme al magnesio e alla vitamina B6 svolgono una buonissima azione di sostegno dell'umore utilissima in situazioni come quelle che descrivi nella tua lettera.