Sport in inverno? Un mucchio di bene con poca fatica in più


di Luca Speciani
05 Dicembre 2006

Anche se si avvicina l'inverno, e con lui i “cattivi compagni” del buio, della stanchezza, del traffico e del brutto tempo (correlati, come sappiamo da “Prevenire e curare la depressione con il cibo”, con stati mentali tutt'altro che favorevoli) possiamo conservare una forma accettabile anche in questo difficile periodo, mantenendo sempre attiva la mobilizzazione dei grassi in eccesso.

La soluzione ce l'abbiamo sottomano, e gli ingredienti sono alla portata di chiunque: fantasia, buona volontà e qualche utile attrezzo da tenere in casa. Nel giorno in cui - come spesso succede - tutto ha congiurato per non farci muovere (dalla riunione dell'ultim'ora all'influenza in famiglia), l'alternativa c'è, ed è più facile di quanto si pensi.

Basta una cyclette o un tapis roulant da utilizzare come emergenza davanti al televisore, e la nostra ora di movimento fisico passerà senza che nemmeno ce ne si accorga.

Ma se non abbiamo un tapis roulant può bastare anche un semplice step, o un vogatore: un film noleggiato al negozio sotto casa, e la nostra necessità di movimento sarà anche oggi soddisfatta.

Il cross training (cioè l'utilizzo di sport diversi) ha un valore immenso nel sollecitare gruppi muscolari differenti nell'aiutare la coordinazione neuromuscolare, nell'alleggerire il carico complessivo su tendini e articolazioni.

Non dobbiamo avere paura di muoverci: facciamolo e basta. Anche sotto la pioggia, se necessario. Le sensazioni che ne ricaveremo sapranno ricompensarci ampiamente per il piccolo sacrificio fatto.

Chi ha paura della pioggia alzi la mano. Quando si corre sotto una pioggia anche insistente (basta che non stia diluviando...) il corpo produce tutto il calore necessario a non avere freddo, e - superato un primo momento di disagio - la sensazione può essere assolutamente piacevole.

Posto che, naturalmente, si abbia voglia di lasciarsi andare a percepire le proprie sensazioni interne (come ben spiegato su “Lo zen e l'arte della corsa”). Potrebbe essere una scoperta stupefacente.

Non lasciamo le scarpette nell'armadio: i benefici di cui usufruiremo saranno immensi.