Pressione alta? Agopuntura un'alternativa alle pillole: ecco i dati di uno studio di Harvard


di Redazione Eurosalus
30 Ottobre 2002

Uno studio di Harvard che intende verificare l’efficacia dell’agopuntura nella terapia dell’ipertensione dà le prime risposte.
Per milioni di persone potrebbe esserci finalmente una vera alternativa alle pillole.

E fra tanti che si stupiscono c’è chi tira un sospiro di sollievo, e non sono solo i milioni di ipertesi che tutti i giorni sono obbligati a ricorrere a numerose pillole, ma anche tutti quei medici che da anni pensano che integrare le conoscenze della medicina occidentale con quelle delle medicine definite non tradizionali sia, oltre che un ottimo segno di apertura mentale, una risorsa straordinaria.

Il Corriere Salute ha pubblicato un intervista ad uno dei massimi esperti di ipertensione al mondo, il dottor Randall Zusman che ha reso noti i dati preliminari del suo studio pilota.

Zusman ha sottolineato l’assoluto rigore metodologico del suo lavoro ma ha anche confessato di non essere un patito di agopuntura. Il fatto è che ogni bravo ricercatore sa che il primo, indispensabile, passo di un nuovo studio è l’osservazione della realtà.

E infatti Zusman dice che “Il motivo per il quale ho pensato di fare questa ricerca è la constatazione che l’agopuntura produce discreti effetti in molti pazienti [...]”. Poter tenere a bada la propria pressione ricorrendo all’agopuntura significa poter rinunciare a numerose pillole che devono, altrimenti, essere prese per tutta la vita.

I primi dati sembrano infatti confermare che l’agopuntura è utile sia nell’immediato che nel medio-lungo periodo. In sostanza anche poche sedute sembrano abbassare la pressione anche per molto tempo, con un vantaggio notevole sul piano pratico per il paziente ma anche con un vantaggio per la salute pubblica.

Va ricordato infatti che l’ipertensione non è di per sé una patologia in senso stretto. Ma è uno dei maggiori fattori di rischio per le malattie cardiovascolari che sono la prima causa di morte, almeno alle nostre latitudini.

Tenere sotto controllo la pressione significa diminuire il rischio di malattie gravi come infarto ed ictus che se non portano a morte sono spesso drammaticamente invalidanti.

Per comprendere a fondo i motivi che hanno spinto uno dei massimi esperti di ipertensione al mondo a studiare l’efficacia dell’agopuntura nella terapia dell’ipertensione, è necessario approfondire il discorso.