Polipi


Sinonimi: Polipi nasali


di Attilio Speciani  - Allergologo e Immunologo Clinico

Soprattutto per quanto riguarda la tendenza a formare ripetitivamente polipi, papillomi o condilomi, è bene impiegare la Vitaminoterapia indicata alla voce radiazioni, per un uso sufficientemente continuativo.

Soprattutto per quanto riguarda la tendenza a formare ripetitivamente polipi, papillomi o condilomi, è bene impiegare la Vitaminoterapia indicata alla voce radiazioni, per un uso sufficientemente continuativo.

 Dieta

Nel caso di tutti i tipi di polipi, ma soprattutto quelli nasali, è utile individuare l'esistenza di possibili ipersensibilità o intolleranze alimentari e impostare un'adeguata dieta di rotazione sugli alimenti non tollerati.

 Omeopatia

Per quanto riguarda l'omeopatia, i trattamenti da attuare sono in genere dei trattamenti di fondo con rimedi come Calcarea carbonica, Sulphur, Natrum sulphuricum, Thuya, Nitricum acidum e altri, ma ugualmente, anche impiegando basse diluizioni, si possono ottenere dei buoni risultati con questi rimedi:

Teucrium marum 5 CH: 4 granuli 2 volte al giorno, da prendere in tutti i casi di poliposi nasale, associabile a Sanguinaria canadensis 5 CH (stesso dosaggio) se c'è una tendenza dei polipi a sanguinare.

Nitricum acidum 7 CH: come Teucrium, nei polipi della sfera genitale ed urinaria, a tendenza emorragica o non.

Staphysagria 7 CH: stesso dosaggio, nei polipi o nei condilomi peduncolati e a forma di piccolo cavolfiore della zona genitale.

Medorrhinum 5 CH: stesso dosaggio, per polipi o papillomi piccoli e appuntiti, su mani e zone genitali.

Per quanto riguarda le applicazioni locali, si usino quelle indicate alla voce verruche.