Insonnia: quale rimedio omeopatico scegliere?


di Gabriele Piuri - Medico Chirurgo
08 Aprile 2014

DOMANDA

Buongiorno a tutta la redazione di Eurosalus. Da qualche settimana ho un fastidioso problema di insonnia probabilmente dovuto allo stress di questo periodo, un po' per il lavoro e un po' per una relazione sentimentale che si è chiusa. Quale rimedio omeopatico possono utilizzare per aiutarmi? Grazie.

RISPOSTA

Gentilissima Lettrice,

prima di decidere quale rimedio utilizzare contro l'insonnia bisogna interrogarsi sulle possibili cause di questo disturbo. Ci sono rimedi più adatti contro l'insonnia causata dall'ansia, dallo stress e dalla stanchezza, altri più utili contro le alterazione del ciclo sonno-veglia ecc.

Per iniziare è importante approcciarsi al problema dell'insonnia cambiando le proprie abitudini.

Molti disturbi del sonno migliorano in maniera eccezionale se ci si avvicina all'addormentamento con qualche attenzione in più.

Se si hanno problemi di insonnia è fondamentale fare attenzione alla distribuzione dei pasti iniziando la giornata con un prima colazione abbondante per finire con una cena leggera leggera. Il sonno e la digestione sono due processi talmente importanti per l'organismo da ostacolarsi vicendevolmente. Quindi meglio evitare di andare a letto con la pancia piena.

Oltre alla corretta distribuzione dei pasti è bene costruirsi una routine serale. Ad esempio con il calar del sole meglio abbassare le luci in casa mentre durate la giornata è utile fare un po' di movimento alla luce solare per dare i gusti segnali al proprio orologio biologico.

Prima di addormentarvi rilassatevi facendo un bagno caldo o bevendo una tisana, utilissimi anche la meditazione o il training autogeno. Dedicatevi a letture rilassanti, lasciando da parte quotidiani e film d'azione. Meglio evitare di addormentasi davanti alla televisione, se si è stanchi è preferibile andare a letto per non spezzare il sonno e far poi fatica a riaddormentarsi.

Il semplice costruirsi un "rito dell'addormentamento" spesso è sufficiente per superare anche i più ostinati problemi di insonnia.

Se il sonno è disturbato dalle preoccupazioni di tutti i giorni, dallo stress e dalla tensione è utile assumente 5 ml di un prodotto come Oximix 4+ poco prima di coricarsi. Minerali come Magnesio e Manganese insieme ad estratti fitoterapici come il Biancospino e l'Arancio dolce sono d'aiuto come filtro emotivo, per favorire il rilassamento e l'addormentamento.

All'integrazione minerale è possibile aggiungere uno dei seguenti rimedi omeopatici. Si utilizzerà ad esempio Ignatia 15 CH se alla base dell'insonnia c'è un'irrequietezza dovuta a dispiaceri e delusioni.

Meglio scegliere Nux vomica 15 CH in caso di stress e super lavoro e quando di notte si continua a pensare agli impegni dei giorni successivi.

Kalium phosphoricum 15 CH è il rimedio indicato per l'insonnia degli studenti mentre Rhus toxicodendron 15 CH è da utilizzare se si è talmente stanchi da non riuscire ad addormentarsi.

Del rimedio scelto si utilizzeranno 3-4 granuli prima di coricarsi per cicli di circa 20 giorni serenamente ripetibili nel corso dell'anno.

Per regolarizzare il ritmo sonno-veglia è possibile utilizzare 1 mg di melatonina circa 30 minuti prima di coricarsi. La melatonina è una molecola naturalmente prodotta dall'organismo in relazione all'alternarsi di luce e buio che induce l'addormentamento. Si proseguirà per cicli di circa un mese serenamente ripetibili se si viaggia, nei cambi di stagione o con il cambio tra ora solare e ora legale e viceversa.

Utile per favorire la regolazione dell'orologio interno anche un rimedio come Bulbinum 9 CH che è d'aiuto per riequilibrare i centri del sonno e può essere serenamente associato ai rimedi precedentemente descritti al dosaggio di 3-4 granuli prima di coricarsi.