Dieta di rotazione: come gestirla durante le feste?


di Davide Maiocchi - Nutrizionista
16 Dicembre 2014

DOMANDA

Buongiorno Dott. Maiocchi, si stanno avvicinando le feste: come comportarsi con la dieta di rotazione settimanale nel periodo di Natale?Grazie.

RISPOSTA

Gentile Lettrice,

le festività del Natale vengono sempre vissute con un atmosfera e con un clima piacevole e famigliare, godendosi e prendendosi cura degli affetti a noi più cari.

In queste occasioni spesso ci lasciamo ammaliare e trasportare dai piaceri della tavola e questo vale in tutto il mondo.

In Italia amiamo lasciarci coccolare dalla dolcezza e dalla sofficità del panettone o del pandoro, nella penisola balcanica, dalla Turchia alla Albania, il dolce tipico è il Baklava, fatto con pasta filo stratificata con all'interno sciroppo di glucosio, noci e pistacchi sbriciolati, mentre ad esempio in Russia preferiscono condividere il Natale davanti a una zuppa calda a base di grano e miele (Kutya).

L'aspetto che ci accomuna è la tradizione culinaria tipica e la ricchezza dei piatti.

Le festività vanno gestite sempre con un po' di attenzione soprattutto per quanto riguarda la dieta di rotazione; infatti se non vogliamo arrivare a gennaio con 3 kg di peso in più sulla bilancia, la pancia gonfia e la sensazione di aver mangiato per 4 persone, è bene fare attenzione all'alimentazione e allo stile di vita anche di questi giorni.

Infatti durante le festività di Natale è bene fare 4 o 5 pasti liberi (a scelta tra vigilia, pranzo di Natale, Santo Stefano e Capodanno) in cui concedersi qualche sfizio in più e il resto dei pasti di dieta.

A gennaio si ricomincerà con 1-2 settimane in cui si avrà il weekend e un pasto infrasettimanale liberi e il resto di astensione, per ricominciare in piena forma l'anno nuovo.

Gli aspetti da tenere sempre in considerazione, specialmente in queste feste di Natale sono:

  • Scegliere solo alimenti integrali: per fare la pasta, il pane e le lasagne è bene utilizzare la farina integrale come base per creare i piatti della tradizione.
  • Bilanciare in modo corretto e completo tutti i pasti: questo sarà utile per mantenere attivo il metabolismo e per avere energie costanti, anche in un periodo freddo o di spossatezza come questo.
  • Colazione ricca e gustosa: la prima colazione deve essere colorata, piacevole e soprattutto sfiziosa. È possibile usare del pane integrale tostato con un po' di burro, del salmone come carpaccio, accompagnato da una bella tisana calda o dal tè Rooibos per una bella sferzata di energia, il tutto arricchito da frutta fresca di stagione. Cominciare la giornata di Natale in questo modo permetterà di godere dei piaceri della tavola in modo sano e consapevole.
  • Fare attività fisica: spesso in questo periodo siamo portati a evitare di uscire di casa per paura del freddo pungente di questi giorni. In realtà è proprio questo il periodo migliore per muoverci e per continuare a fare attività fisica perché oltre a mantenere attivo il metabolismo, la camminata o la corsa svolgono anche l'importante funzione di mantenere alte le nostre difese immunitarie e proteggerci quindi dai malanni di stagione.

Alimentazione consapevole, dunque, e creatività a tavola per passare un piacevole e sereno Santo Natale.