Sistema immunitario efficiente e difese dell'organismo in allerta: il ruolo dell'ascorbato di Magnesio Ascopromin Mg


di Redazione Eurosalus
24 Febbraio 2020

Molti sono i fattori che nella vita moderna possono alterare il sistema immunitario: allergie alimentari e stagionali, stress, riposo insufficiente, un trauma grave, farmaci e sostanze tossiche, eccesso di zuccheri, squilibri ormonali peripausali, ecc.

Mantenere un sistema immunitario efficiente e uno stato nutrizionale ottimale è invece fondamentale per rimanere in salute, soprattutto per bambini e anziani. Ma deve anche difendersi chi è più esposto ad infezioni e virus: chi soffre di una costante spossatezza o è afflitto da frequenti raffreddori, otiti, sinusiti, oppure è soggetto ad episodi di influenza ricorrenti, infezioni croniche come candidosi, onicomicosi o attività virale cronica persistente come herpes, citomegalovirus, ecc.

La nutrizione svolge un ruolo fondamentale nella funzione immunitaria, quindi una carenza di qualsiasi nutriente può portare a una sua alterazione e a sintomi ad essa correlati. Bisogna quindi identificare e correggere gli aspetti della dieta, dello stile di vita o dell'ambiente che nuocciono al sistema immunitario e assicurarsi che il fabbisogno dei nutrienti indispensabili, vitamine, minerali, oligoelementi, ecc. sia coperto da un'alimentazione varia ed equilibrata.

Attività immunostimolante della vitamina C

Un ruolo importante di scudo spetta alla vitamina C, che come è noto contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario. La vitamina C viene usata favorevolmente per combattere le infezioni, proteggere dai raffreddori e abbreviare la durata dei sintomi. Le attività immunostimolanti di questa vitamina sono state ampiamente documentate in studi sulla sua capacità di stimolare la produzione e la mobilitazione dei linfociti in caso di infezione, sulla capacità di aumentare i livelli di interferone, la risposta anticorpale e la secrezione di ormoni timici.

Quale forma di vitamina C?

Tra le varie forme in commercio di vitamina C, quelle più in uso nell'integrazione sono gli ascorbati minerali: ascorbato di Potassio, ascorbato di Calcio, ascorbato di Magnesio, ascorbato di Sodio, ecc. perché offrono, oltre all'integrazione vitaminica, una supplementazione minerale specifica (di Calcio, di Potassio, ecc.), utile a chi cerca anche questo tipo di integrazione. 

Sottolineiamo che, nell'ascorbato, il minerale presenta un grado di assorbimento più alto rispetto ad altre forme di integrazione minerale. Questo vantaggio però può creare problemi di sovradosaggio, se l'integrazione è prevista per lunghi periodi. 

Per quanto riguarda il Calcio per esempio, sembra confermato che gran parte della popolazione anziana assuma eccessive quantità di supplementi di questo minerale, la cui overdose favorisce arteriosclerosi, malattie cardiovascolari e degenerative. Così pure il Sodio ascorbato andrebbe evitato per ipertesi, infartuati o per chi soffre in generale di ritenzione idrica.

È preferibile orientarsi verso forme di ascorbato che non diano adito a sovradosaggi, come per esempio l'ascorbato di Potassio, come ad esempio CK Promin, a contenuto ottimale ed equilibrato di Potassio, o l'ascorbato di Magnesio.

Ascopromin MG

L'ascorbato di Magnesio è una forma di vitamina C ad alta penetrazione cellulare, molto ben tollerata da stomaco ed intestino. Non provoca disturbi gastrointestinali anche a dosaggi sostenuti.

Costituisce una protezione polivalente in funzione antinfiammatoria, antiallergica, antistress.

Ascopromin Mg offre quindi, oltre a un'ottimale integrazione di vitamina C (1 g a bustina monodose), tutti i vantaggi dell'integrazione di Magnesio, minerale che contribuisce a ridurre stanchezza e affaticamento e di cui ricordiamo il ruolo di regolatore nervoso (aiuta a migliorare l'umore e a favorire un sonno ristoratore).

Ascopromin Mg è ascorbato di Magnesio in 30 bustine monodose, da sciogliere in acqua. Ogni bustina del prodotto apporta 1 g di vitamina C e Magnesio biodisponibile.

[Contenuto sponsorizzato]