Inverno: inquinamento, fegato stressato e metabolismo rallentato


di Redazione Eurosalus
27 Dicembre 2019

Stanchezza, stress, metabolismo pigro sono frequenti in questo periodo dell'anno e sono spesso sintomi di un fegato congestionato e di processi depurativi rallentati. Eccessi alimentari, abuso di alcool, assunzione di farmaci, contatto con virus influenzali ed agenti inquinanti le cause principali.

A volte non basta ritornare ad un corretto stile di vita per stare meglio e liberarsi da scorie, tossine, radicali liberi e occorre un aiuto in più che faccia “ripartire” l'organismo.

L'integrazione vitaminico-minerale, gli antiossidanti nutrizionali giocano un ruolo importante per combattere l'inquinamento e supportare il sistema immunitario e tra questi gli ascorbati minerali come l'ascorbato di magnesio, ascorbato di potassio, ecc. fanno la parte da leone. Ad esempio l'ascorbato di potassio CK Promin è una forma di vitamina C ad alta penetrazione cellulare e particolarmente attiva. Questo potente antiossidante apporta all'organismo anche una quota minerale  significativa, che va a beneficio di diversi organi e funzioni ed è particolarmente utile in questo periodo dell'anno per combattere l'inquinamento e favorire le difese immunitarie.

Oltre agli antiossidanti nutrizionali, l'aiuto in più per  far ripartire l'organismo stanco ed il fegato rallentato è senza dubbio l'inositolo. Non un farmaco, ma una sostanza naturalmente presente nell'organismo, che interviene nella regolazione di diversi metabolismi: lipidico, glucidico,cerebrale, ormonale.  

L'azione dell'inositolo si svolge a livello dei mitocondri, le centrali energetiche della cellula  e poli di disintossicazione. Attivando  i mitocondri, l'inositolo favorisce i processi di disintossicazione e le funzioni depurative e agisce positivamente su funzionalità epatica, assimilazione dei nutrienti, regolarità intestinale, controllo dell'acne, equilibrio dei grassi nel sangue e nel fegato, colesterolo compreso.

Un tempo utilizzato quasi esclusivamente per iniezioni e fleboclisi perché soggetto a importanti modificazioni a contatto con l'acidità dello stomaco, oggi l'inositolo è disponibile anche in compresse a lento rilascio che lo proteggono dall'ambiente gastrico.

Inosima Complex di Promin

Inosima Complex di Promin è un integratore in compresse a lento rilascio di Inositolo associato alla Colina per favorire la funzionalità epatica ed i processi depurativi ed alla vitamina E, per proteggere il fegato dall'accumulo di grassi e radicali liberi.

La selezione delle materie prime da parte dell'Azienda da 40 anni sul mercato, la tecnica brevettata delle compresse a lento rilascio fanno sì che gli attivi di Inosima Complex siano un aiuto importante per ripulire l'organismo dopo eccessi alimentari, abuso di sostanze alcooliche, periodi di stress, terapie farmacologiche ed inquinamento e per mantenere l'equilibrio dei grassi nel sangue e nel fegato, colesterolo compreso. 

Si consigliano 2+2 compresse al dì di Inosima Complex, preferibilmente lontano dai pasti principali per cicli di 2-3 settimane, ripetibili secondo necessità.

Inosima Complex, quando occorre un aiuto forte per un pronto recupero.

Per  cicli di mantenimento o prolungati si consigliano 2+2 compresse al dì di Inosima 500, 100 compresse a lento rilascio di inositolo.

Inosima Complex, Inosima 500, CK Promin in farmacia o sul sito aziendale www.prominmed.it.

[Contenuto sponsorizzato]