Insonnia e disturbi dell'umore


di Redazione Eurosalus
06 Maggio 2021

L'insonnia è il disturbo del sonno più comune. Si stima che ne soffra in maniera cronica o semplicemente temporanea il 40% della popolazione.

Differenti le cause: abitudini di vita scorrette, difficoltà digestive, apnee ostruttive notturne, malattie sistemiche, ansia, stress, depressione ed altro. 

Dormire bene, un numero adeguato di ore, godere di un “sonno ristoratore” non è secondario per la salute ed il benessere, perché se il cervello riposa è più ricettivo agli stimoli ed è in grado di rispondere ad essi in maniera corretta. Un'insonnia prolungata può invece causare stanchezza cronica, diminuzione dell'attenzione e della concentrazione, alterare le normali funzioni fisiologiche dell'organismo ed avere effetti dannosi sulla salute.

Ci sono persone che faticano ad addormentarsi ma che poi dormono regolarmente, altre che soffrono di frequenti risvegli notturni.

Se ci si sveglia molto presto al mattino, il disturbo del sonno può essere un sintomo correlato ai disturbi dell'umore.Prima che il disturbo si protragga nel tempo, si cronicizzi e diventi di pertinenza medica, è possibile intervenirere integrando e riequilibrando nell'organismo quei nutrienti, vitamine e minerali che sono coinvolti nell'equilibrio dell'umore.

Se l'insonnia è sintomo di depressione

Dal punto di vista fisiologico i disturbi dell'umore sembrano legati soprattutto al cattivo funzionamento dei neuroni che utilizzano i neurotrasmettitori serotonina e noradrenalina. Viene anche coinvolto il sistema neuroendocrino ed in particolare l'asse ipotalamo-ipofisi-surrene, che controlla il rilascio dell'ormone cortisolo, uno dei responsabili del fenomeno della depressione e dello stress nell'uomo. 

Durante l'ultimo anno, sotto la pressione psicologica della pandemia, i disturbi dell'umore ed i sintomi ad essi correlati, tristezza, ansia, sonno irregolare sono cresciuti in maniera drastica e secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità la depressione potrebbe diventare la seconda patologia a livello internazionale.

InoSAMe

Per favorire in maniera naturale il rilassamento e l'equilibrio psicofisico e per combattere i sintomi correlati a depressione, ansia, attacchi di panico e disturbi del sonno, molto utile l'integrazione con nutrienti funzionali, vitamine, minerali come ad esempio SAMe, Inositolo e Magnesio  contenuti in InoSAMe Brain di Promin. Un rimedio importante per la sinergia dei componenti e per la tecnologia brevettata delle sue compresse orosolubili, che garantiscono un'alta biodisponibilità degli attivi.

La SAMe o Adenosil-L-metionina, naturalmente presente nell'organismo, interviene nella sintesi di Serotonina, Noradrenalina, Dopamina, neurotrasmettitori coinvolti nell'equilibrio dell'umore. È da anni utilizzata in Europa ed in Italia per il trattamento della depressione.

L'Inositolo o vitamina B7 è un precursore dei fosfolipidi ed è necessario per la sintesi ed  il corretto funzionamento di  serotonina, acetilcolina, noradrenalina. Ha un effetto simile a quello dei sedativi, agisce come tranquillante naturale ed ha effetti positivi contro l'insonnia.

Il Magnesio ha un'importante azione stimolante sul sistema nervoso, favorendo  la produzione di serotonina, l'endorfina che svolge un'azione analgesica, antidepressiva e stabilizzante del tono dell'umore. L'integrazione di magnesio influisce positivamente sul  rilassamento e sulla qualità del sonno. 

I componenti di InoSAMe Brain di Promin possono costituire un'alternativa naturale contro i disturbi dell'umore, aiutare la concentrazione e la memoria, favorire un sonno più regolare. Possono inoltre costituire un supporto naturale in un programma di disassuefazione da psicofarmaci.

[Contenuto sponsorizzato]