Fitorodiola: alla radice della stanchezza


di Redazione Eurosalus
25 Ottobre 2019

Cosa fare quando ci si sente così stanchi che anche il minimo sforzo, fisico o intellettivo, ci sembra impraticabile? La risposta più scontata è riposare, cercando di trovare momenti per se stessi durante i quali lasciare fuori dalla porta del pensiero ogni minimo fattore di affaticamento. 

Detta così, sembra una bazzecola. In realtà, trovare quei momenti nelle pause di un ritmo quotidiano scandito in modo ostinato da impegni di lavoro e incombenze di famiglia è difficilissimo. Lo stress è alto e influisce negativamente sulla fase essenziale per il recupero delle energie: il sonno notturno. Senza di lui, la fatica si accentua e l'efficienza cala inesorabilmente. 

Il sonno è una cartina di tornasole, poiché si tratta di una buona abitudine che sotto l'effetto dello stress diventa complicato recuperare. Così come lo è l'alimentazione, sacrificata a pranzo con un panino veloce e magari eccessiva la sera, quando ci si siede a tavola e si dà la stura alla fame, mangiando tanto e spesso in modo disequilibrato nel rapporto tra carboidrati e proteine. Come in un circolo vizioso, poi, mangiare troppo la sera disturba il sonno.

Lo stress, la stanchezza e il poco tempo a disposizione tolgono poi momenti importanti a un'altra buona abitudine: fare attività fisica. Muoversi è indispensabile per scaricare tensioni e ansia, e tra l'altro riduce sensibilmente la stanchezza. Basterebbe trovare spazio, nella propria giornata, per almeno 30 minuti di passeggiata a passo svelto; tuttavia, per molti è quasi impossibile.

Lo stress e la stanchezza si combattono quindi con lo sforzo di recuperare o non abbandonare le buone abitudini alimentari, di riposo e di movimento.

Un valido aiuto può tuttavia venire dall'integrazione alimentare, con prodotti come Fitorodiola.

Elaborato da Solgar, è a base di Rodiola (Rhodiola rosea L.), radice nota anche come radice d'oro o radice artica.

Per oltre 300 anni è stata utilizzata nella medicina tradizionale euroasiatica in virtù della propria versatilità come tonico erbale: è infatti un tonico-adattogeno, che gli stati di affaticamento mentale e fisico e favorisce il normale tono dell'umore.

Per questo Fitorodiola è un integratore molto utile per affrontare i cambi di stagione, e in particolare per chi debba affrontare un intenso periodo di studio e di lavoro, o per gli sportivi chiamati a un intenso periodo di allenamento. 

La corretta assunzione di Fitorodiola prevede da uno a tre capsule al giorno, da degluitre con acqua e preferibilmente al pasto. L'integrazione è sconsigliata in gravidanza e allattamento.

[Contenuto sponsorizzato]