Depressione: come affrontarla naturalmente?


di Gabriele Piuri - Medico Chirurgo
12 Marzo 2015

DOMANDA

Buongiorno, volevo chiedere come poter affrontare in modo dolce una depressione da lutto con insonnia e leggera confusione mentale. Ho sessantadue anni e sono ipertesa. Grazie.

RISPOSTA

Gentilissima Lettrice,

affrontare la perdita di una persona cara rappresenta in moltissimi casi un momento di ridefinizione delle proprie priorità vitali e la depressione è spesso un passaggio obbligato per la rielaborazione del lutto.

La natura mette a disposizione moltissimi rimedi per affrontare in modo dolce periodi come questo, ma prima di tutto è importante partire dal presupposto che il proprio stile di vita ha un'influenza determinante sul proprio umore.

La prima cosa che devi fare è muoverti. Fortunatamente ci avviciniamo alla bella stagione e muoversi all'aria aperta è più facile e piacevole. Oltretutto l'aumento delle ore di luce senza dubbio avrà un effetti positivo anche sul tono dell'umore.

È importante anche cominciare la giornata con una prima colazione abbondante in modo da trasmettere al proprio organismo un messaggio di abbondanza e per avere tutte le energie indispensabili per mettersi in gioco e affrontare gli impegni della giornata.

Utile anche il corretto abbinamento di carboidrati e proteine per evitare ipoglicemie reattive e prevenire gli stati depressivi. 

In chiave omeopatica è utilissimo intervenire con un rimedio come Phosphoricum acidum 30 CH di cui utilizzare 3-4 granuli 2-3 volte nel corso della giornata. Questo rimedio è indicato quando una persona è stremata da grossi dispiaceri che spesso dimostrano indifferenza a tutti con lentezza nella ideazione di idee e una memoria indebolita. Spesso è presente insonnia di notte e sonnolenza notturna.

Se è effettivamente presente insonnia si interverrà affiancando un prodotto come Oximix 4+ che grazie ad estratti fitoterapici di Biancospino e Arancio dolce uniti a Magnesio e Manganese conciliano il sonno e agiscono come lieve filtro emotivo.

Si utilizzeranno 5 ml prima di coricarsi per cicli di circa 40 giorni serenamente ripetibili.

Sempre sul piano della fitoterapia è possibile intervenire con della Rodiola. Questa pianta è utile contro lo stress e la stanchezza e viene utilizzata come rimedio adattogeno per mettere l'organismo nelle condizioni migliori per funzionare.

Ad esempio è possibile utilizzare un prodotto come Fitorodiola di cui utilizzare una capsula a prima colazione e una capsula a cena per cicli terapeutici di circa 2 mesi eventualmente ripetibili all'occorrenza.