Sopravvivere all'inverno, con e senza vaccino


di Attilio Speciani
03 Dicembre 2014

L'inverno è un momento di gioia virale; nel senso microbico del termine.

Col freddo, infatti, i virus si moltiplicano, si modificano e si divertono moltissimo a cercare nuovi sistemi immunitari con cui giocare a palle di neve.

Per i comuni mortali, il periodo freddo dell'anno è quello in cui il naso cola, gli starnuti accompagnano i canti natalizi e i fazzoletti di carta si perdono nelle tasche dei pantaloni.

Le infezioni virali si risolvono tendenzialmente con serena facilità, entrando in contatto con un sistema immunitario in grado di occuparsene. Quando il sistema invece entra in contatto con un virus in un momento di relativa debolezza o fragilità, la sintomatologia infettiva può essere molto più importante, fastidiosa e a rischio di complicazioni più e meno gravi.

Rinforzare il sistema immunitario permettendogli di tener testa al virus non solo è importante, ma è anche l'unico modo per trascorrere in maniera serena, sana e pacifica il proprio inverno.

Sostenere il sistema immunitario è talvolta più facile di quello che pare. Nei bambini, per esempio, la semplice aggiunta di un pezzetto di frutta o verdura cruda a inizio pasto è molto spesso sufficiente per passare un inverno in salute, con enorme risparmio in termini di medicine, preoccupazioni e fazzolettini.

Non entriamo certo nel merito delle attuali polemiche sulla vaccinazione antinfluenzale, e sulle considerazioni emerse fin dalla scorsa primavera e ricordiamo che la vaccinazione deve essere frutto di una scelta consapevole, che ne consideri i pregi e anche i danni possibili in modo chiaro.

Rispettiamo la scelta di che opta per la vaccinazione classica, anche se noi preferiamo individualmente, e quando possibile suggeriamo, tecniche di prevenzione che utilizzano, come spiegato nell'articolo, fitoterapici, integratori e medicinali complementari.

Fare una buona prima colazione, scegliere di assumere carboidrati per lo più integrali, e abbinare questi stessi carboidrati a una fonte proteica aiuta a modulare le reazioni del sistema immunitario e a mantenere combattivo e sull'attenti l'intero organismo, attraverso il controllo dell'infiammazione generale.

L'uso di alcuni integratori può inoltre essere un valido supporto. Tra questi, Zerotox Betamune che contiene betaglucani, inositolo, zinco e manganese, supporta le difese di base e funziona come un tonico ormonale e germicida.

Con lo stesso meccanismo agisce Oximix1+ che, da solo o con un'ulteriore aggiunta di vitamina C, modula l'infiammazione stimolando le difese e le risorse interne dell'organismo.

Una persona che si mantiene sana è lo specchio di un sistema immunitario che reagisce in maniera modulata rispetto allo stimolo esistente.

Ogni patogeno può essere affrontato in maniera più o meno efficace e mettere il sistema immunitario nelle condizioni migliori per poterlo fare è il modo più sensato ed efficace di mantenersi sulla via della salute, pronti in ogni momento a rispondere alle palle di neve.