Depressione


Sinonimi: Tristezza, Prostrazione, Demoralizzazione, Avvilimento, Abbattimento, Malinconia, Scoraggiamento, Disperazione


di Michela Carola Speciani  - Medico Chirurgo

Tristezza, stanchezza, mancanza di voglia di fare sono solo alcuni dei sintomi più tipici e che possono essere talmente gravi da impedire lo svolgimento delle attività quotidiane più semplici e banali.

Si tratta di un problema diffusissimo e che spesso fa ingiustamente vergognare chi ne soffre. Al pari di una bronchite o di un allergia, la depressione va riconosciuta e curata. L'unica colpa possibile è quella di lasciarsi consumare invece di agire per guarire, soprattutto perché farlo è possibile.

 Sintomi

Apatia, stordimento, stanchezza (o agitazione) possono essere presenti in caso di depressione. 

Mancanza di interesse per le attività divertenti o piacevoli, umore irritabile o triste, disturbi dell'appetito e/o del sonno, mancanza di energia, sentimento di inutilità, fatica a concentrarsi, fino ad arrivare al ripetersi di pensieri brutti e sempre più brutti (compreso il pensiero “di farla finita”), sono tutti sintomi che possono comparire in modo più o meno grave.

Momenti in cui ci si sente un po' più tristi o agitati del solito possono essere parte della normalità di ciascuno. Ma se i sintomi durano a lungo (in genere si parla di una durata che supera le due settimane) allora affrontare il tema con un medico è una buona idea, ricordando che stare meglio si può.

 Cause

La depressione è spesso multifattoriale: la genetica ha un suo peso e allo stesso modo carenze vitaminiche o variazioni ormonali possono avere il loro ruolo. 

In alcuni casi la depressione può essere esacerbata da un evento negativo (come la comparsa di un'altra malattia o la morte di una persona cara), ma un evento scatenante può anche essere irriconoscibile o mancare del tutto.

 Trattamento

Moltissimo si può fare nel trattamento della depressione: modifiche dello stile di vita e della nutrizione, terapia cognitivo comportamentale, integrazione vitaminica, utilizzo di farmaci specifici.

La depressione è un problema importante e che va compreso, affrontato e curato. Il primo passo per la guarigione è parlarne con il proprio medico per affrontare il problema e muoversi nella direzione terapeutica opportuna: al pari di una polmonite o di un'allergia, la depressione richiede il suo trattamento appropriato.

Lo schema preferito

Prendete contatto con un medico e affrontate la situazione insieme a lui. Uno schema di trattamento completo tiene conto della nutrizione corretta, dei giusti livelli di attività fisica, dei giusti livelli di vitamina D e della componente psicologica. 

Controllare i picchi glicemici (facendo una adeguata prima colazione e assumendo il giusto quantitativo di proteine durante la giornata), fare attività fisica in modo energico e la terapia psicologica sono alla base di qualsiasi percorso terapeutico, così come il controllo che i livelli di vitamina D nel sangue siano corretti. 

L'utilizzo di farmaci appropriati può essere utile e talvolta è indispensabile (allo stesso modo in cui per la polmonite si prende l'antibiotico e per l'allergia può servire il cortisone!) e questi vanno valutati di volta in volta insieme al proprio medico.

In particolare, è utile ricordare che i farmaci utilizzati per la depressione impiegano spesso qualche settimana per cominciare a funzionare e, allo stesso modo, la loro azione va avanti per un po' alla sospensione del farmaco. Per questo è importante che la terapia venga intrapresa nel momento giusto e mantenuta in modo efficace per il tempo opportuno: spesso succede che prendendo il farmaco giusto i pazienti comincino a stare meglio e decidano di auto sospendere la medicazione tornando a stare male dopo qualche settimana.

Seguire il corretto schema terapeutico in accordo con il proprio medico è importantissimo ed essenziale perché il benessere possa essere sereno e duraturo.

Tutto questo è alla base del percorso terapeutico proposto dal Centro Medico SMA di Milano.

 Altro

Il controllo dei livelli di infiammazione generale attraverso una dieta di rotazione su grandi gruppi alimentari identificati con un test ematico che valuti le IgG specifiche (come ad esempio Recaller o BioMarkers) può essere utile e l'utilizzo di alcuni integratori specifici (probiotici, omega 3, antiossidanti) può essere di ulteriore supporto, ricordando sempre che nutrizione, sport e terapia cognitivo comportamentale sono elementi essenziali del trattamento e che la terapia farmacologica, in alcuni casi può comunque essere indispensabile.

Ricordate: nessuno giudica un allergico se deve usare il cortisone per stare meglio e lo stesso vale per chi soffre di depressione. I metodi per curarsi ci sono e l'unica colpa di una persona che soffre di depressione potrebbe semmai essere quella di non fare nulla per stare meglio.

La depressione è una malattia che va compresa, affrontata e curata, e da cui si può guarire. Farlo si può ed è importante.

Bibliografia essenziale

  • Lee SA, Park EC, Ju YJ, Lee TH, Han E, Kim TH., Breakfast consumption and depressive mood: A focus on socioeconomic status. Appetite 2017 Jul;114:313-319
  • Pu D, Luo J, Wang Y, Ju B, Lv X, Fan P et al., Prevalence of depression and anxiety in rheumatoid arthritis patients and their associations with serum vitamin D level. Clin Rheumatol 2017 Oct 23. doi: 10.1007/s10067-017-3874-4. [Epub ahead of print]
  • Diniz BS, Fisher-Hoch S, McCormick J., The association between insulin resistance, metabolic variables, and depressive symptoms in Mexican-American elderly: A population-based study. Int J Geriatr Psychiatry. 2017 Sep 18. doi: 10.1002/gps.4792. [Epub ahead of print]
  • Tolin DF., Is cognitive-behavioral therapy more effective than other therapies? A meta-analytic review. Clin Psychol Rev 2010 Aug;30:710-20
  • Kiecolt-Glaser JK, Derry HM, Fagundes CP., Inflammation: depression fans the flames and feasts on the heat. Am J Psychiatry. 2015 Nov 1;172:1075-91
  • Hallgren M, Helgadottir B, Herring MP, Zeebari Z, Lindefors N, Kaldo V et al., Exercise and internet-based cognitive-behavioural therapy for depression: multicentre randomised controlled trial with 12-month follow-up. Br J Psychiatry 2016;209:414-20
  • Sawada N, Uchida H, Suzuki T, Watanabe K, Kikuchi T, Handa T et al., Persistence and compliance to antidepressants treatment in patients with depression: a chart review. BMC Psychiatry 2009;3:38
  • Cooney GM, Dwan K, Greig CA, Lawlor DA, Rimer J, Waugh FR et al., Exercise for depression. Cochrane Database Syst Rev 2013;9:CD004366