Aiuto ho la cellulite, cosa fare?


di Gabriele Piuri
19 Luglio 2013

L'estate è ormai cominciara e molte nostre lettrici ci domandano come intervenire sulla cellulite.

Le terapie naturali si dimostrano efficacissime nel trattamento di questi inestetismi, ma non dobbiamo dimenticare che i rimedi devono essere affiancati a un sensato cambio di abitudini di vita: solo in questo modo si raggiungeranno risultati sorprendenti e duraturi.

Molto spesso la cellulite è connessa con un aumento dei livelli generali d'infiammazione dell'organismo. Se il tappeto della cucina prendesse fuoco, cosa usereste per spegnere il fuoco? Dell'acqua, naturalmente... E nello stesso modo il corpo cerca di diluire l'infiammazione trattenendo liquidi.

Proprio per questo il controllo delle eventuali ipersensibilità e la riduzione dell'infiammazione da cibo permettono di raggiungere una netta riduzione della accumulo di liquidi.

Statisticamente le ipersensibilità alimentari al sale e ai lieviti sono le più connesse a un problema come la cellulite. Proprio per questo prevedere nella settimana una giornata (come fosse un “venerdì di magro”) in cui astenersi da sale e lieviti può essere utilissimo nel controllo di questo inestetismo.

Anche l'attività fisica svolge un ruolo centrale nel controllo della cellulite. L'abitudine a un'ora di attività fisica aerobica continuata, almeno 3 volte la settimana, permette di migliorare la vascolarizzazione cutanea e mobilita in maniera profonda i grassi riducendo sensibilmente la buccia d'arancia.

Inoltre un regime alimentare volto al controllo insulinico, oltre a ridurre l'infiammazione dell'organismo, incrementa il metabolismo permettendoci di bruciare più energia.

A tutto questo è possibile affiancare l'utilizzo di un prodotto come Depur che integra insieme magnesio, zinco, vitamina B6 e una miscela di estratti fitoterapici noti per la loro efficace azione depurativa, drenante e disintossicante. Di questo prodotto si assumeranno 15 ml mattina e sera in abbondante acqua per cicli terapeutici di circa un mese, anche ripetibili più volte durante l'anno.

In chiave omeopatica è possibile intervenire con due medicinali omeopatici come Thuya e Natrum sulfuricum.

Si sceglierà Thuya se la cellulite è localizzata prevalentemente intorno al bacino mentre si sceglierà Natrum sulfuricum se invece la ritenzione idrica interessa un po' tutto il corpo.

Del rimedio scelto si utilizzerà prima un tubo di granuli alla 5 CH di cui si assumeranno 3-4 granuli due volte al giorno, poi un tubo alla 7 CH e per finire un tubo alla 9 CH con le stesse modalità di assunzione.