L'esperto risponde

Luca Avoledo

Risposta di Luca Avoledo


lunedì, 19 settembre 2011 9:16

Cisti ovariche: i rimedi naturali funzionano?

Domanda

Gentile dottor Avoledo, vorrei un consiglio per una cisti ovarica all'ovaio destro che spesso mi provoca dolore e mi ha alterato il ciclo mestruale, che si verifica ogni 24 giorni mentre prima era di 30, con conseguente ferro in caduta libera (peggio di quando ero in gravidanza!). Secondo il ginecologo, al momento non è necessario asportare la cisti, basta tenerla sotto controllo ed eventualmente prendere la pillola per alcuni mesi. Io vorrei prima provare con i rimedi naturali, sia per quanto riguarda la cisti ovarica che per il ferro. Ringrazio in anticipo per la risposta. Cordiali saluti, Silvia.

Risposta

Gentile Silvia,

molte donne in età fertile soffrono di cisti ovariche, talvolta senza saperlo, poiché queste formazioni possono anche essere asintomatiche.

Quando non sia così, i disturbi principali che le cisti ovariche procurano sono fastidi e dolori addominali, nonché alterazioni del ciclo mestruale, tra cui amenorrea (assenza di mestruazioni), dismenorrea (mestruazioni dolorose), menorragia (mestruo abbondante).

Il trattamento farmacologico delle cisti ovariche si concreta, come le ha segnalato il suo ginecologo, nella prescrizione della pillola anticoncezionale. La pillola estroprogestinica arresta l'ovulazione e mette le ovaie a riposo, consentendo talvolta il riassorbimento delle cisti.

È pur vero che gli effetti collaterali della pillola anticoncezionale possono essere significativi ed è quindi facilmente comprensibile il desiderio manifestato da molte donne di optare per strategie naturali dolci, atte a riequilibrare l'assetto ormonale e a facilitare la risoluzione delle cisti ovariche.

Sotto questo profilo, è utile innanzitutto verificare se non ci siano correzioni da apportare all'alimentazione quotidiana.

La dieta dovrebbe frequentemente comprendere alimenti ricchi di fitoestrogeni, quali soia in ogni forma (fagiolo tal quale, tofu, tempeh, "hamburger" e simili) e altri legumi in genere, cereali integrali (frumento, farro, kamut, riso ecc.), frutta e verdura varia e in abbondanza.

Nel contempo, è bene ridurre decisamente l'introito di latte e derivati e carne (soprattutto quella bovina), che contengono estrogeni e spesso altre sostanze in grado di interferire con il delicato equilibrio ormonale della donna.

Anche molti inquinanti ambientali si comportano da estrogeni (si parla di xenoestrogeni) e, in presenza di cisti ovariche, assume particolare rilevanza la scelta di privilegiare gli alimenti biologici.

Non bastasse, persino l'alcol aumenta la quantità di estrogeni circolanti ed è quindi preferibile bandirlo dalla tavola (attenzione anche a happy hour e cocktail solo in apparenza innocenti).

L'eliminazione dello zucchero (e di tutto ciò che lo contiene) e dei cereali raffinati consente di evitare i picchi insulinemici e le ricadute che questi hanno sulla sfera degli ormoni sessuali.

Diverse ricerche dimostrano poi che la pratica regolare e costante di un'attività fisica regolarizza la produzione ormonale. Bastano quattro ore alla settimana di esercizio fisico per abbassare la produzione di estrogeni in eccesso. Per le donne che soffrano di cisti ovariche e siano anche in sovrappeso, lo sport diventa addirittura indispensabile: il grasso addominale è una vera e propria "fabbrica" di estrogeni.

Tra i rimedi naturali utili a riequilibrare la funzionalità ovarica, ripristinando la corretta comunicazione tra ovaie, ipotalamo e ipofisi e riducendo la sintomatologia dolorosa, le segnalo l'estratto secco di agnocasto (Vitex agnus castus), il gemmoderivato di lampone (Rubus idaeus) e l'associazione di oligoelementi zinco rame.

Considerato poi che l'inattivazione degli estrogeni avviene nel fegato, è sempre opportuno che quest'organo funzioni alla perfezione, per evitare l'inefficiente eliminazione di questi ormoni e quindi la persistenza di loro eccessivi livelli nel sangue. Abbiamo parlato a lungo delle modalità naturali per sostenere la funzionalità epatica nell'articolo Il trattamento naturopatico del fegato.

Per contrastare l'anemia, infine, uno dei rimedi che preferiamo è Ferro Super della Driatec.

Si confronti ovviamente con lo specialista ginecologo, che conosce in dettaglio la sua particolare situazione.

Naturopata

Ciclo mestruale Ormoni Cisti Ovaio Pillola Anemia

POST PRECEDENTI...

Risponde Dr. Luca Avoledo

Candidosi intestinale, cosa fare?

Ecco i suggerimenti utili per affrontare una candidosi.

Risponde Dr. Luca Avoledo

Amenorrea primaria: i rimedi naturali se il ciclo non arriva

Cosa è possibile fare con la naturopatia per risolvere un problema di amenorrea primaria?

Risponde Dr. Luca Avoledo

Ma come mando via questi brufoli?

L'acne è spesso un disturbo multifattoriale, che comprende aspetti di disequilibrio ormonale, problemi infiammatori, compartecipazioni neurovegetative ed errori alimentari.

Risponde Dr. Luca Avoledo

Rimedi naturali e principi attivi: come regolarsi?

Come per tutti i prodotti naturali in commercio (erbe innanzitutto, ma anche vitamine, minerali, amminoacidi e altri integratori) è necessario sincerarsi, prima dell'acquisto, della reale...

Risponde Dr. Luca Avoledo

Dolori mestruali e fitoestrogeni

In caso di dismenorrea i fitoestrogeni possono essere utili, ma è necessario anche mettere in atto una serie di strategie volte al requilibrio dell'intero organismo.

I NOSTRI ESPERTI
L'ESPERTO RISPONDE

SINTOMI & MALATTIE

  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • G
  • H
  • I
  • L
  • M
  • N
  • O
  • P
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V
    171 malattie presenti