L'esperto risponde

Gabriele Piuri

Risposta di Gabriele Piuri


venerdì, 18 maggio 2012 7:00

Ho la candida: quali rimedi naturali possono aiutarmi?

Domanda

Salve, sono una ragazza di 30 anni e da qualche anno soffro di candida. Ultimamente la situazione è peggiorata perché si presenta mensilmente ed è diventata recidiva. Cosa posso fare, quali rimedi naturali possono aiutarmi?

Risposta

Gentilissima Lettrice,
un problema come la candida deve essere affrontato su due livelli differenti. Da un lato è importante agire sull’alimentazione, e dall’altro è indispensabile sapere come affrontare il problema acuto sul piano pratico.

Quando la candida diventa recidivante è fondamentale sottoporsi a un test per la diagnosi delle eventuali ipersensibilità alimentari, come potrebbero essere un Test DRIA e un RecallerProgram, e impostare una dieta di rotazione settimanale per il recupero della tolleranza immunologica. Statisticamente una donna con problemi di candidosi sarà più sensibile ai lieviti e alle sostanze fermentate. Ecco perché, fin da subito, può essere d’aiuto prevedere nella tua settimana due giorni (ipoteticamente il martedì e il venerdì) in cui evitare tutti gli alimenti che appartengono al grande gruppo dei prodotti fermentati.

Con il Test DRIA è inoltre possibile identificare la concentrazione di antigene più adatta per essere utilizzata come iposensibilizzante a bassa dose per la candida. La somministrazione sublinguale di una minima dose di antigene stimola il sistema immunitario a riconquistare la tolleranza e a ridurre l’infiammazione da cibo. Questo tipo di impostazione si affianca perfettamente alle indicazioni alimentari appena descritte e insieme permettono di ottenere buon risultati nel ridurre la frequenza e l’intensità delle recidive. Nel 2009, il nostro gruppo di lavoro ha presentato uno studio osservazionale sul controllo delle candidosi a Varsavia al congresso europeo di allergologia studiando proprio l’effetto combinato di dieta e somministrazione di vaccino iposensibilizzante a bassa dose.

In acuto è utile intervenire immediatamente con un tubo dose di Candida 200 CH o Monilia 200 CH da utilizza alla comparsa dei primi sintomi. Localmente è possibile utilizzare una miscela di olio preparata dal farmacista e così composta:
- 24 ml di olio di iperico;
- 3 ml di olio essenziale di melaleuca;
- 3 ml di olio essenziale di lavanda.

I due oli essenziali svolgono una buonissima azione antimicrobica mentre l’olio di iperico è di grande aiuto per le sue proprietà lenitive e riparative. Della miscela così composta si effettueranno 1-2 applicazioni locali.

Per stimolare il sistema immunitario contro l’infezione è possibile utilizzare una miscela di minerali come quella contenuta in un prodotto come Oximix 1+ di cui utilizzare 2,5 ml a prima colazione in abbondante acqua o succo per cicli terapeutici di circa 40 giorni serenamente ripetibili.

Per ridurre la sensazione di prurito e bruciore è d’aiuto utilizzare un rimedio come Histaminum 12 CH di sui assumere 3-4 granuli al bisogno fino a un massimo di 4-5 volte nel corso della giornata. Questo rimedio omeopatico lavora espressamente sul prurito attenuandolo e riducendo il fastidio.

Domanda Rimedi naturali Candida

POST PRECEDENTI...

Risponde Dott. Gabriele Piuri

Come tornare in forma dopo le vacanze?

Qualche consiglio per tornare in forma e "ritrovare il ritmo" dopo le vacanze: semplici accorgimenti per iniziare l'anno lavorativo con la voglia di cambiare il...

Risponde Dott. Gabriele Piuri

Come prevenire le punture di zanzara?

Un piccolo vademecum su come prevenire naturalmente le punture di zanzara e come ridurne il prurito.

Risponde Dott. Gabriele Piuri

Fibromialgia: ecco le terapie naturali

Per affrontare una patologia complessa e multifattoriale come la fibromialgia è necessario agire su piani differenti a partire da un approccio naturale e nutrizionale.

Risponde Dott. Gabriele Piuri

Antidolorifici: come proteggere lo stomaco?

Se si è costretti a utilizzare farmaci antinfiammatori ecco come proteggere lo stomaco con i giusti rimedi naturali.

Risponde Dott. Gabriele Piuri

Più concentrazione nello studio, come fare?

Qualche suggerimento utile per favorire i processi di memorizzazione, ridurre l'ansia e riuscire a studiare più concentrati.

I NOSTRI ESPERTI
L'ESPERTO RISPONDE

SINTOMI & MALATTIE

  • A
  • B
  • C
  • D
  • E
  • F
  • G
  • H
  • I
  • L
  • M
  • N
  • O
  • P
  • R
  • S
  • T
  • U
  • V
    171 malattie presenti